Il virus dell’HIV è stato eliminato per la prima volta grazie ad un trattamento che unisce la terapia antiretrovirale e il ‘taglia-incolla’ del DNA. Gli esperimenti per ora sono stati effettuati sui topi, ma, spiegano gli scienziati, quanto ottenuto offre grandi speranze anche per l’essere umano. Vediamo insieme come i ricercatori sono riusciti per la prima volta ad eliminare del tutto il virus dell’HIV dai topi.

HIV, una terapia combinata. Attualmente, le persone con HIV vengono trattate con terapie antiretrovirali che sopprimono la replicazione del virus al fine di ridurre il rischio di sviluppare l’AIDS. Questo tipo di trattamento però non è definitivo, il che significa che il virus torna a replicarsi nel momento in cui la terapia non viene somministrata: insomma, non si tratta di una cura, ma di un intervento di controllo della replicazione dell’HIV. Gli scienziati hanno oggi fatto un passo in più e hanno unito alla terapia antiretrovirale un intervento diretto sul DNA attraverso la tecnica del ‘taglia-incolla’ genetico, conosciuta come CRISPR-Cas9.

Come funziona la ‘cura’. Gli scienziati spiegano di aver utilizzato una nuova strategia terapeutica chiamata ‘Long-acting slow-effective release (LASER) ART’ che colpisce la replicazione del virus e lo mantiene a bassi livelli per periodi molto lunghi e che viene somministrata sotto forma di nanocristalli, questi raggiungono i tessuti in cui si trova l’HIV e rilasciano lentamente il trattamento per settimane. Grazie a questi tempi lunghi garantiti dalla LASER ART, gli esperti hanno avuto il tempo sufficiente per intervenire anche con il ‘taglia-incolla’ direttamente sul DNA, così facendo hanno di fatto eliminato il virus dell’HIV dal genoma.

L’esperimento. Questo intervento curativo combinato (LASER ART + CRISPR-Cas9) è stato sperimentato su un gruppo di topi precedentemente infettato dal virus dell’HIV ed è risultato efficace per un terzo di loro: insomma, gli scienziati sono riusciti effettivamente a curare i topi dal virus dell’HIV.

Il futuro di questa cura. Come dicevamo, gli esperimenti per ora sono stati effettuati unicamente sui topi, ma i risultati ottenuti fanno ben sperare gli scienziati di poter procedere con i test prima sui primati non umani e poi sugli esseri umani. Siamo ancora in una fase del tutto iniziale della sperimentazione di questa terapia combinata, ma ci sono buone prospettive: non ci resta dunque che attendere.

Lo studio, intitolato “Sequential LASER ART and CRISPR Treatments Eliminate HIV-1 in a Subset of Infected Humanized Mice”, è stato pubblicato su Nature Communications.