Tra qualche ora potreste essere troppo ubriachi per preoccuparvi di come prevenire un hangover, ecco perché i ricercatori dell'American Chemical Society hanno realizzato un video che spiega quali siano i principali sintomi dei postumi e come sia possibile prevenirli seguendo qualche piccolo consiglio.

Disidratazione, stanchezza, mal di testa, nausea, ansia, diarrea, vomito, spossatezza sono i principali sintomi che domani vi faranno capire che siate in hangover, ovvero che state subendo i postumi della classica sbronza di Capodanno. Ognuno di questi sintomi, prima di mostrarsi palesemente, ha seguito un processo interiore al nostro corpo. Partiamo dal fegato.

Quando l'etanolo entra nel nostro fegato si trasforma in acetaldeide prima e in acetato poi che esce dall'organo per muoversi attraverso altri tessuti del nostro corpo. Recenti studi hanno dimostrato che alti livelli di acetaldeide possono portare a disturbi dell'apprendimento, perdita di memoria, bocca secca, stanchezza e spossatezza.

Si consiglia di mangiare uova la mattina che contengono L-cisteina, un amminoacido non essenziale che lega con l'acetaldeide limitandone gli effetti indesiderati.

La disidratazione, dal canto suo, provoca debolezza, mal di testa e cattivo umore. Perché? L'alcol produce un ormone chiamato vasopressina che regola la concentrazione e diluizione delle urine e quanta acqua possano gestire i nostri reni. In pratica, i drink vengono definiti diuretici perché ci stimolano ad andare in bagno a fare più pipì del necessario.

Per limitare questo problema, bevente un bicchiere d'acqua per ogni drink che avete consumato durante il veglione. Certo non è semplice perché dovete sperare di riuscire a ricordarvi il numero esatto.

Il nostro cervello in hangover può giocarci anche altri effetti negativi, come la stanchezza e l'idea di non aver dormito abbastanza. Perché? L'alcol è connesso ad una produzione maggiore di GABA (acido γ-amminobutirrico), neurotrasmettitore inibitorio che limita i processi neurali nel sistema nervoso centrale, e minore di acido glutamminico, neurotrasmettitore eccitatore che migliora l'attività neurale. Questo implica una scarsa qualità del sonno che ci fa sentire più stanchi anche se dormiamo molte ore.

Per limitare questo problema, gli scienziati consigliano di smettere di bere almeno un'ora e mezza prima di andare a dormire e di assicurarsi di andare in bagno a svuotare la vescica prima di coricarsi.

Tra gli effetti indesiderati dell'hangover ci sono anche la diarrea e il vomito. Questi sintomi sono la conseguenza dei danni provocati dall'alcol alla mucosa che riveste l'intestino.

Per arginare questi problemi, prima di iniziare la serata alcolica, i ricercatori suggeriscono di mangiare cibo pesante, quindi particolarmente calorico, che limita l'assorbimento dell'alcol.