Spesso le donne ironizzano sulla reazione degli uomini influenzati: dolori, tremori, stanchezza così forti far pensare che ormai la fine sia vicina. Secondo gli scienziati, questa presa in giro non rappresenterebbe solo un luogo comune e avrebbe addirittura basi scientifiche. Sembrerebbe infatti che gli estrogeni, i principali ormoni sessuali femminili, abbiano effetti anti virali contro l’influenzavirus A, come affermano i ricercatori del  Johns Hopkins University nello studio intitolato “Estrogenic compounds reduce influenza A virus replication in primary human nasal epithelial cells derived from female, but not male, donors” e pubblicato su American Journal of Physiology. A parere degli studiosi, quanto scoperto potrebbe spiegare dunque come mai gli uomini accusino maggiormente i sintomi dell’influenza quando si ammalano.

L’influenza virus A infetta e provoca lo scatenarsi della malattia inserendo una cellula all’interno di una cellula ospitante e moltiplicandosi. Quando ad essere rilasciate e moltiplicate sono le cellule infette, il virus si diffonde in tutto il corpo. La gravità dell’influenza varia a seconda della quantità di repliche di cellule infette prodotte dal virus.

Per giungere alle loro conclusioni, i ricercatori hanno analizzato la analizzato le cellule nasali, le prime che vengono infettate, di maschi e femmine. Queste sono state coltivate in provetta ed esposte a tipi diversi di estrogeni: l’estradiolo e i modulatori selettivi del recettore degli estrogeni (SERM), utilizzati nei trattamenti ormonali per attivare i recettori cellulare che producono effetti simili a quelli degli ormoni.

I dati raccolti hanno evidenziato che gli estrogeni erano in grado di ridurre la moltiplicazione del virus nelle cellule nasali delle donne, ma non degli uomini. Per la prima volta, i ricercatori sono dunque riusciti a dimostrare che, effettivamente, gli estrogeni hanno proprietà antivirali.

[Foto copertina di RyanMcGuire]