orso del bioparco mangia la frutta congelata

Anche gli animali devono combattere il caldo, soprattutto quelli che che si trovano in cattività e quindi hanno potenzialità più ristrette per poter trovare il loro habitat naturale e la frescura desiderata.

Nel Bioparco di Roma lo staff si è impegnato per garantire agli ospiti un ristoro più che soddisfacente. Ogni specie animale è seguita da dietologi specializzati che garantiscono loro un nutrimento adatto e che gli consenta di  sostenere le calde temperature. Il cibo però non gli viene dato normalmente, perchè in questo modo l'animale perderebbe il proprio istinto di predatore o cacciatore. Ogni esemplare viene sottoposto ad una specie di caccia al tesoro.

Ovviamente le strategie per rimediare a queste ondate di caldo sono molteplici in base alle varie razze di animali che abitano il noto Bioparco romano: le elefantesse asiatiche Nelly e Sofia potranno rinfrescarsi con bagni nelle vasche o docce fresche che faranno loro i guardiani.

Le tigri,i licaoni e i leoni hanno nelle loro postazioni delle fontane dove possono abbeverarsi ogni qualvolta ne abbiano voglia, mentre la loro dieta varierà rispetto a quella invernale nella quantità delle porzioni (meno abbondanti) e nella tipologia di carni fornite (bianche rispetto a quelle rosse).

Canne di bambù ripiene di yogurt e frutta ghiacciata per i lemuri e gli scimpanzè, mentre per i macachi piscine dove gongolarsi facendo bagni freschi, oltre a freschi meloni, susine e cocomeri congelati per le giornate più torride.

Il bilancio stilato dal Bioparco sul consumo di frutta di stagione giornaliero degli animali equivale a 300 kg e massimo 500 kg per ortaggi e verdure di vario tipo.