Gli amici possono renderci più felici e in salute rispetto ai membri della nostra famiglia con i quali, invece, rischiamo di instaurare relazioni più negative. Questo è quanto sostengono i ricercatori della Michigan State University che hanno analizzato gli effetti queste relazioni sugli adulti e sugli anziani attraverso due studi che hanno coinvolto in totale 280.000 persone.

Gli studi. Come dicevamo i ricercatori hanno preso in considerazione i dati raccolti da due studi. Il primo ha coinvolto 271.053 persone di tutte le età e provenienti da 100 paesi diversi per i quali è stato analizzato il livello di salute e felicità. Il secondo invece ha coinvolto 7.481 anziani americani per i quali sono stati raccolti dati relativi agli effetti delle relazioni sui sintomi delle malattie croniche.

I risultati degli studi. Secondo quanto emerso dal primo studio, sia la famiglia sia gli amici sono connessi con un miglior stato di salute e un incremento della felicità: ma solo l'amicizia è in grado di rendere più sani e felici con il passare dell'età. Il secondo studio invece dimostra che le amicizie riescono ad influenzarci negativamente, in caso di malattie croniche, e positivamente rendendoci più felici.

Amici della nostra salute. I ricercatori sostengono che scegliendoci gli amici è più facile che questi siano una fonte di felicità perché sono in linea con ciò di cui abbiamo bisogno. Gli amici sono una fonte di sostegno per tutti coloro che non sono sposati o sono lontani dalla famiglia e aiutano a prevenire la solitudine.

Parenti serpenti. Quanto alla famiglia, secondo i ricercatori i nostri parenti sono in grado di renderci felici però è anche facile instaurare con loro relazioni che hanno derive più negative, monotone e seriose.

[Foto copertina di Anemone123]