Chi fuma marijuana ha meno probabilità di riuscire a smettere di fumare e, addirittura, rischia di essere ancora più dipendente dal tabacco. Questo è quanto sostengono i ricercatori della Medical University of South Carolina che hanno studiato gli effetti del fumo ‘congiunto’ tra marijuana e tabacco. Ecco cosa hanno scoperto.

Marijuana e tabacco. Gli scienziato spiegano che, visto l’incremento del consumo di marijuana, è diventato necessario chiedersi quali possano essere le conseguenze sulla dipendenza da fumo di tabacco: le due sostanze infatti vengono utilizzate spesso insieme. Ma che effetto ha sulla dipendenza da sigarette? “Ci siamo focalizzati su marijuana e tabacco poiché spesso vengono utilizzate insieme – spiegano i ricercatori – E non ci è ancora del tutto chiaro come queste sostanze interagiscano tra loro e quali possano essere le implicazioni sul trattamento”, facendo riferimento all’utilizzo di marijuana per scopi medici.

Dipendenza in aumento. Analizzando i dati raccolti da un questionario online sul consumo di marijuana e tabacco in un arco di 30 giorni, gli esperti sono giunti alla conclusione che le persone tendono a fumare più sigarette dopo aver fumato marijuana, forse, suggeriscono gli esperti, perché il tabacco, in alcuni, aumenta gli effetti della sostanza, prolungando lo ‘sballo’. L’incremento del consumo di sigarette, legato a quello di marijuana, rendere dunque più complesso il percorso che porta ad abbandonare il vizio del fumo. Ma ha anche conseguenze sulla salute, visto che le sigarette sono considerate potenzialmente cancerogene e dannose.

Lo scopo dello studio. Lo scopo di questa ricerca era analizzare quale fosse la relazione tra il consumo di marijuana e di tabacco per comprendere quali possano essere le strategie da utilizzare per aiutare coloro che vogliono smettere di fumare. Una risposta unica non c’è, l’idea generale è dunque quella che per ogni persona sia necessario un percorso di recupero soggettivo che tenda conto delle sue abitudini di consumo.