Un anello di fuoco
in foto: L'incanto di un gigantesco anello illuminato nel cielo ha destato all'alba di stamane gli abitanti di Cina, Giappone e costa occidentale degli Stati Uniti.
Los Angeles
in foto: Si tratta di un'eclissi anulare la cui bellezza, purtroppo, non si è mostrata presso i nostri lidi.
Combinazione: Nageezi, New Mexico
in foto: Coloro i quali affacciano sul Pacifico hanno potuto ammirare uno spettacolo di indubbio fascino e, certamente, non frequente.
Nageezi, New Mexico
in foto: Come per quelle totali, un'eclissi anulare è il risultato dell'allineamento tra Terra, Luna e Sole.
Kanarraville, Utah
in foto: In questo caso, però, il disco scuro della luna non copre del tutto la superficie visibile del Sole, regalando agli osservatori un suggestivo anello infuocato nel cielo.
Combinazione: Kanarraville, Utah
in foto: Attraverso le combinazioni di immagini come questa, è possibile verificare quali sono i vari aspetti che la nostra Stella mostra nell'arco della durata dell'eclissi anulare.
Grand Canyon, Arizona
in foto: Per circa quattro minuti e mezzo, proteggendo gli occhi con uno schermo filtrante, chi si è trovato lungo la fascia del Pacifico interessata, ha potuto ammirare il fenomeno.
Gran Canyon
in foto: Milioni di asiatici ed americani hanno quindi alzato gli occhi al cielo, restituendo immagini fotografiche di rara bellezza.
Un cerchio perfetto
in foto: Per quanto questo spettacolo sia stato riservato a pochi, anche coloro i quali si trovavano ai margini del cono d'ombra hanno potuto apprezzare un'eclissi parziale.
Combinazione, Grand Canyon National Park
in foto: Certamente, però, lo spettacolo più incredibile è quello che hanno potuto rimirare gli americani dai parchi naturalistici che sono stati investiti dal fenomeno.
Costa di Xiamen
in foto: L'evento celeste è iniziato in Cina all'alba di questa mattina, mentre in Italia era la tarda serata di domenica.
Xiamen, Fujian, Cina
in foto: Dopodiché l'eclissi si è spostato verso il Giappone, dove è stato anche filmato grazie ad una raffinata strumentazione installata sul monte Fuji.
Xiamen, Cina
in foto: Una "spedizione" organizzata dal gigante dell'elettronica Panasonic con l'obiettivo di filmare un fenomeno straordinario dal rilievo più alto del Giappone.
Combinazione: Xiamen
in foto: Dopo Cina e Giappone, è stata la volta della costa occidentale degli Stati Uniti, nella fascia al confine tra California ed Oregon.
Cina
in foto: Gli Stati Uniti hanno osservato l'eclissi anulare nel tardo pomeriggio locale, ossia nelle prime ore del mattino del 21 maggio per l'Italia.
Combinazione: Tokio, Giappone
in foto: Purtroppo anche il prossimo eclissi, che avrà luogo il 13 novembre di quest'anno, non sarà ammirato dall'Italia.
Tra le nuvole di Tokio, Giappone
in foto: Un cielo leggermente velato ed una sottile pioggia non hanno impedito ai Giapponesi di osservare il raro evento.
Kawasaki, Tokio, Giappone
in foto: Gite scolastiche, iniziative e una diretta televisiva hanno accolto l'eclissi nel Paese del Sol levante.
Taipei, Taiwan
in foto: Le credenze popolari legate a fenomeni celesti così affascinanti hanno da sempre accompagnato la storia dell'umanità.
Parafulmine, Taipei
in foto: Nelle tradizioni popolari, un evento non ricorrente come l'eclissi veniva ricondotto ad annunci di imminenti catastrofi che stavano per investire il Paese, i governanti, il raccolto, a seconda della cultura di appartenenza.
Gumaca, Quezon, Filippine
in foto: Al contrario, molti popoli hanno attribuito all'eclissi un valore positivo: un segnale benefico di congiungimento tra Sole e Luna, dagli ottimi auspici.
Gumaca, Filippine
in foto: Del resto, è spontaneo, di fronte a spettacoli del genere, sentirsi solo dei piccoli esseri in balia dei capricci di fato e divinità. O restare incantati dinanzi alla meraviglia impareggiabile della Natura.