Che il caffè abbia la capacità di spedire molti di noi in bagno alla velocità della luce già lo sapevamo, ma come fa a stimolare il nostro intestino? Se lo sono chiesti gli scienziati che sono partiti dal presupposto che la causa non potesse essere la caffeina visto che ad avere lo stesso effetto è anche il caffè decaffeinato. Vediamo insieme perché il caffè ci stimola il bisogno di andare in bagno.

Il caffè e l’intestino. Da tempo sappiamo che il caffè aumenta il movimento intestinale, ma fino ad oggi non era chiaro quale fosse il meccanismo scatenante questo effetto. I ricercatori hanno così esaminato le modifiche che avvenivano ai batteri dopo che la materia fecale veniva esposta al caffè all’interno di una piastra di Petri e hanno analizzato la composizione delle feci di ratti a cui sono state fatte ingerire diverse concentrazioni di caffè nell'arco di tre giorni.

Gli effetti del caffè. I dati raccolti hanno dimostrato la presenza di modifiche alla muscolatura liscia dell'intestino e del colon e hanno determinato la risposta di questi muscoli esposti direttamente al caffè. Gli esperti hanno dunque potuto rilevare che la crescita di batteri e altri microbi nelle materie fecali nella piastra di Petri era stata soppressa con una soluzione all'1,5% di caffè, e la crescita dei microbi era ancora più bassa con una soluzione al 3% di caffè. Il caffè decaffeinato ha avuto un effetto simile sul microbioma. Per tanto riguarda i topi invece, il conteggio totale dei batteri totali nelle loro feci è risultato diminuito. Quanto invece ai muscoli dell’intestino, l’esperimento ha dimostrato una ridotta capacità di contrazione dopo la somministrazione del caffè, che invece ha stimolato contrazioni nel colon e dell’intestino tenue.

Quali batteri? Gli esperti spiegano che però non è chiaro se questi cambiamenti abbiano effetti favoriscano i ricerche per determinare se questi cambiamenti favoriscono i batteri Firmicutes, considerati “buoni", o enterobatteri, che sono considerati invece negativi.

L’utilità dello studio. Comprendere dunque che il caffè ha la capacità di stimolare l’attività dell’intestino ha portato gli esperti a ritenere questa bevanda efficace per la stipsi post-operatoria che implica una ridotta capacità di funzionamento dell’intestino in seguito a chirurgia addominale.