Hirasaka Hiroshi e il pesce lupo.
in foto: Hirasaka Hiroshi e il pesce lupo.

Nel volto la sofferenza di chi sostiene un peso eccessivo, tra le braccia un pesce lupo che batte tutti i record dei suoi consimili. Lui si chiama Hirasaka Hiroshi e pratica la pesca per lavoro e diletto. Durante una gita a largo di Hokkaido, per dimensione la seconda isola del Giappone posta nella parte settentrionale dell'arcipelago, l'uomo ha pescato un pesce lupo nelle acque del Mare d'Oriente. Si tratta di una specie che vive in profondità sia nell'Oceano Pacifico che in quello Atlantico e che solo di rado raggiunge la superficie. Quello che tuttavia ha reso eccezionale la giornata di Hiroshi è la dimensione di questo pesce, che normalmente si attesta sui 0,9 metri di grandezza, e che al massimo ha raggiunto gli 1,5 metri. L'esemplare catturato da Hiroshi, però, misura 1,8 metri.

Il record ha alimentato le paure dei pescatori (comprensibile) e l'approssimazione sensazionalistica dei giornali di tutto il mondo. Anche i quotidiani italiani hanno suggerito una relazione tra la dimensione del pesce lupo e l'incidente di Fukushima occorso nel 2011, osservando che la pesca è avvenuta vicino alle centrale nucleare danneggiata dal terremoto (e maremoto) di Sendai e del Tōhoku. Benché la prudenza suggerisca di non suggerire alcunché, è opportuno quantificare la vicinanza riferita dai giornali italiani: il pesce lupo è stato pescato a circa 650 km dal luogo dell'incidente e, soprattutto, sulla costa occidentale del Giappone (mentre Fukushima si trova su quella orientale). Insomma, non proprio "vicino"…