Se alla vostra fidanzata avete regalato una giornata alle terme o per la vostra migliore amica avete optato per un biglietto del concerto del suo cantante preferito, sappiate che potreste aver sbagliato tutto. Per quanto a Natale si cerchi di parlare di sentimenti, di buoni propositi e di regali fatti con il cuore, alla fine dei conti ciò che rende più felici è il regalo materiale, insomma, meglio un paio di guanti che un'esperienza. A darci questa notizia sono i ricercatori della University of British Columbia che, su questo argomento, hanno redatto lo studio intitolato “The Unsung Benefits of Material Things” e pubblicato su Social Psychological and Personality Science.

Per giungere a queste conclusioni, i ricercatori hanno chiesto la partecipazione di un gruppo di volontari ai quali è stato chiesto di raccontare le emozioni provate dopo aver ricevuto un regalo materiale e uno esperienziale a Natale.

Per aver più chiaro quale regalo potesse essere considerato migliore, i partecipanti avevano il compito di segnare su un diario in quanti momenti della giornata, per le 2 settimane successive a Natale, i doni ricevuti li avessero resi felici. I dati raccolti hanno mostrato che quelli materiali portavano più gioia.

L'ipotesi è dunque che un paio di guanti sia più efficace di una giornata alla spa.

Nella realtà dei fatti non è così. In un secondo studio, i ricercatori hanno analizzato il livello di soddisfazione qualche mese più tardi e hanno scoperto che i regali materiali portano a più momenti di felicità nel corso del tempo mentre quelli esperienziali portano ad un unico momento di felicità intensa.

Insomma, sta a voi capire quale tipo di felicità volete far provare alla persona a cui volete bene, in ogni caso, non preoccupatevi, l'importante è il pensiero (forse).

[Foto copertina di blickpixel]