117 CONDIVISIONI
16 Giugno 2021
11:36

Due vaccini Covid mostrano di essere sicuri per l’uso nei bambini più piccoli

Test preclinici su giovani esemplari di macachi rhesus hanno indicato che il vaccino a mRna di Moderna e un vaccino a base di proteine inducono una robusta risposta immunitaria senza eventi avversi dopo la vaccinazione, supportando l’avanzamento della sperimentazione clinica al di sotto di 1 anno di età.
A cura di Valeria Aiello
117 CONDIVISIONI

Due vaccini anti-Covid – quello a mRna di Moderna e un secondo siero a base di proteine – hanno dato prova di essere sicuri per l’uso nei bambini più piccoli. È quanto emerge dai dati di uno studio pubblicato su Science Immunology che supporta l’avanzamento della sperimentazione clinica al di sotto di 1 anno di età, indicando in modelli animali che entrambi vaccini hanno indotto una robusta risposta immunitaria senza eventi avversi dopo la somministrazione.

Nel dettaglio, la ricerca ha evidenziato che i due vaccini, somministrati con un regime a due dosi a distanza di 4 settimane a giovani esemplari di macachi rhesus (età media 2,2 mesi, corrispondente a 9 mesi negli umani), hanno suscitato forti risposte anticorpali dirette contro Sars-Cov-2, risultando ben tollerati.

Il livello di potenti anticorpi che abbiamo osservato era paragonabile a quello che è stato visto nei macachi adulti, anche se il dosaggio impiegato (per il siero a mRna di Moderna, ndr) era di 30 microgrammi e non di 100 microgrammi come per gli adulti” ha affermato Kristina De Paris, professoressa di microbiologia e immunologia presso la School of Medicine dell’Università della Carolina del Nord a Chapel Hill e coautrice senior dello studio insieme a Sallie Permar del Cornell Weill Medical College di New York. “Con il vaccino di Moderna – ha aggiunto De Paris – abbiamo anche osservato una forte risposta specifica di cellule T che sappiamo essere importanti per limitare la gravità della malattia”.

L’immunizzazione, che ha coinvolto 16 macachi rhesus (8 maschi e 8 femmine), è stata condotta preso il California National Primate Research Center. “Ogni animale – indicano i ricercatori in una nota – ha ricevuto uno dei due tipi di vaccino: una versione preclinica del vaccino Moderna a mRna o un vaccino a base di proteine sviluppato dal Centro di ricerca sui vaccini dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID) con un adiuvante 3M che stimola le cellule attraverso il recettore toll-simile 7 e 8. Questo adiuvante è stato formulato in un’emulsione dall’ Infectious Disease Research Institute (IDRI)”.

Entrambi i vaccini hanno prodotto un’elevata quantità di anticorpi neutralizzanti IgG contro Sars-Cov-2 e una risposta cellulare specifica, tra cui le cellule immunitarie T helper di tipo 1. “È importante sottolineare che i vaccini non hanno suscitato risposte T helper di tipo 2, che possono essere dannose per l’efficacia e la sicurezza del vaccino nei neonati – puntualizzano gli studiosi – . Abbiamo voluto essere sicuri di verificare l’eventuale presenza nel plasma sanguigno di tutti i macachi per essere certi che nessuno dei due vaccini producesse una tale risposta”.

117 CONDIVISIONI
Bambini protetti dalla COVID con un terzo della dose di vaccino Pfizer prevista per gli adulti
Bambini protetti dalla COVID con un terzo della dose di vaccino Pfizer prevista per gli adulti
Perché dobbiamo vaccinare anche i bambini contro la Covid
Perché dobbiamo vaccinare anche i bambini contro la Covid
108 di Marco Paretti
Perché i benefici del vaccino nei bambini superano i rischi di Covid
Perché i benefici del vaccino nei bambini superano i rischi di Covid
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni