La dieta vegana mediterranea è possibile e lo dimostra uno studio italiano pubblicato sul Journal of the academy of nutrition and dietetics e intitolato “VegPlate: A Mediterranean-Based Food Guide for Italian Adult, Pregnant, and Lactating Vegetarians” che include anche la versione vegetariana. Ma come è possibile? Scopriamo i dettagli.

La situazione italiana. Secondo i ricercatori è possibile formulare una dieta vegana completa, cioè un'alimentazione che, per quanto escluda carne, pesce, latte e derivati e uova, è in grado comunque di garantire quanto necessario ad un adulto, ma anche ad una donna in gravidanza e allattamento: “Nel 2017, il 7,6% della popolazione segue una dieta vegetariana. Eppure non ci sono specifiche raccomandazioni da parte dello Stato Italiano, per quanto le linee guida sull'alimentazione promuovano già un consumo quotidiano di grano, legumi, verdure e frutta”, fanno sapere gli esperti.

Gli alimenti presi in considerazione. Ma quali sono gli alimenti inclusi nella dieta? I ricercatori hanno suddiviso i prodotti in sei macro gruppi, in modo da fornire una dieta bilanciata e completa:

  • Cereali – frumento, mais, riso, miglio, segale, orzo, farro, avena, grano saraceno e loro derivati (pane, pasta e latte di riso) e patate
  • Alimenti ricchi di proteine – fagioli, ceci, lenticchie, fave, piselli, soia e loro derivati (tofu, tempeh e latte di soia). I latticini e le uova, anche se inclusi nel gruppo di alimenti ricchi di proteine, non sono stati considerati per i calcoli
  • Verdure – venticinque dei tipi più comuni di ortaggi in Italia.
  • Frutta – diciotto dei tipi più comuni di frutta in Italia
  • Frutta a guscio e semi – mandorle, semi di lino, nocciole, arachidi, pinoli, pistacchi, semi di zucca, semi di sesamo, semi di girasole e noci. Il VegPlate separa noci e semi a causa delle loro diverse composizioni nutrizionali
  • Grassi – olio di oliva e semi di lino

Il VegPlate italiano. Il piatto vegano, o vegetariano per chi include latte e derivati e uova, include dunque tutti questi alimenti in quantità differenti a seconda del giorno e fornisce il fabbisogno necessario ad un adulto medio, ma anche alle donne in gravidanza e allattamento.