Giraffe e collo lungo
in foto: Giraffe e collo lungo

Da quando le giraffe hanno il collo lungo? Come si è sviluppato? Uno studio, intitolato “Fossil evidence and stages of elongation of the Giraffa camelopardalis neck” e pubblicato su Royal Society Open Source, può rispondere alle nostre domande. Per farlo, i ricercatori hanno esaminato 71 vertebre cervicali di 11 specie diverse di giraffe, tra cui 9 estinte e 2 viventi, e si sono focalizzati sulla terza vertebra cervicale comparandola con quella degli antenati delle moderne giraffe.

Analizzando l’albero genealogico della giraffa, sono tornati indietro nel tempo fino ad arrivare ad un antenato vissuto 25 milioni di anni fa, il Prodremotherium elongatum, e, successivamente ad analizzare il Canthumeryx sirtensis, vissuto 16 milioni di anni fa, entrambi con il collo allungato e non classificati nella famiglia delle giraffe. A questo punto della storia, l’albero si è diviso e da un lato si sono evolute 4 specie che, nel tempo, non hanno sviluppato il collo in lunghezza, un esempio è l’Okapi (Giraffidae). Studi precedenti, spiegano gli scienziati, avevano supposto che proprio l’Okapi fosse una giraffa più primitiva rispetto a quella moderna proprio a causa del suo collo, diversamente questa ricerca svela che in realtà discende da antenati con un collo più lungo rispetto al suo.

L’altro ramo invece ha sviluppato il collo prima allungando la parte frontale delle vertebre, come mostra il Samotherium major, vissuto 7 milioni di anni fa, e poi, 1 milione di anni fa, passano a quella posteriore, portando alla conformazione fisica della giraffa che tutti noi conosciamo.

Un altro studio, intitolato "Giraffe genome sequence reveals clues to its unique morphology and physiology" e pubblicato su Nature Communications, dopo aver analizzato il genoma delle giraffe, hanno scoperto la presenza di geni unici di questo animale e utili allo sviluppo dello scheletro, del sistema cardiovascolare e di quello nervoso. Tra questi si segnala l'FGFRL1 considerato fondamentale per lo sviluppo dell'embrione e che, combinato con gli altri geni, spiegherebbe come mai le giraffe abbiano un collo così lungo.

Ora che i ricercatori hanno identificato questo gene unico nelle giraffe, l'FGFRL1, vorrebbero testarlo su altri animali per vedere se, e come, riesca ad influenzare lo sviluppo della spina dorsale o delle zampe delle cavie.

Ma perché le giraffe hanno il collo lungo? Per poter raggiungere le foglie più gustose e verdi superando, in altezza, gli altri erbivori e per i combattimenti tra maschi, utili a conquistare le femmine. Entrambe le teorie però non hanno ancora ottenuto evidenze scientifiche rilevanti, per quanto siano comunemente accettate.