Sta facendo il giro del mondo il case report pubblicato sulla rivista BMJ che racconta della donna che ha utilizzato una crema contro la disfunzione erettile al posto di una crema oftalmica per trattare una condizione oculare di cui soffriva. Ma com’è possibile che la paziente si sia sbagliata? E perché è finita in ospedale? Ecco cosa c’è da sapere.

Come ha fatto a sbagliarsi. Come spiega chiaramente il case report “Prescribing lessons from an ocular chemical injury: Vitaros inadvertently dispensed instead of VitA-POS”, la paziente in questione è stata vittima di un errore di prescrizione, in pratica il farmaco di cui aveva bisogno era un lubrificante oculare che si chiama VitA-POS (dispositivo medico a base di vita mia A che ha il compito di proteggere la superficie oculare e stabilizzare il film lacrimale per alleviare bruciore, secchezza e stanchezza), purtroppo però la donna ha ricevuto una confezione di Vitaros, che è invece una crema, il cui principio attivo è l’Alprostadil, che ha il compito di contrastare la disfunzione erettile favorendo la vasodilatazione. Insomma, la paziente ha utilizzato la crema contro la disfunzione erettile per sbaglio: nessuno, né lei, né il farmacista, si è accorto di quanto potesse sembrare strano che una donna, con una prescrizione di un farmaco da applicare sugli occhi, ne stesse acquistato uno da applicare invece sul pene.

Cosa succede se usi una crema contro la disfunzione erettile sugli occhi

La paziente aveva ottenuto la prescrizione della crema oftalmica a causa di una grave secchezza degli occhi e conseguente erosione della cornea, successivamente all’applicazione della crema contro la disfunzione erettile ha manifestato forte dolore, vista offuscata, occhi rossi e palpebre gonfie: per questi motivi si è recata in ospedale dove è stata trattata per una lieve lesione chimica oculare con antibiotici topici, steroidi e lubrificanti. Adesso sta meglio.

Perché una crema contro la disfunzione erettile fa male agli occhi

La crema Vitaros è a base del principio attivo alprostadil che viene utilizzato per agevolare la vasodilatazione. La vasodilatazione è l’aumento del calibro dei vasi sanguigni in seguito al rilassamento della muscolatura liscia, che costituisce la parete dei vasi. Applicare negli occhi un farmaco vasodilatatore significa dunque aumentare le quantità di sangue circolante e quindi peggiorare la secchezza oculare che può irritare la congiuntiva, portare ad un arrossamento, quindi a iperemia congiuntivale, causata proprio da vasodilatazione capillare. Ovviamente stiamo parlando di una pura ipotesi di diagnosi per comprendere le eventuali conseguenze pericolose di una crema contro la disfunzione erettile negli occhi.