Il cervello delle donne in gravidanza subisce alcune modifiche che portano alla perdita di memoria e in generale ad una riduzione delle funzioni cognitive: la conferma arriva da uno studio intitolato “Cognitive impairment during pregnancy: a meta-analysis” e pubblicato sul Medical Journal of Australia che mostra come, dati alla mano, la gravidanza abbia effetti sul cervello delle donne.

Lo studio. Per giungere alle loro conclusioni i ricercatori hanno analizzato 20 studi passati basati sull'analisi della relazione tra gravidanza e problemi cognitivi. Gli studi comprendono un totale di 709 donne in gravidanza a 521 donne non in gravidanza. Dai dati raccolti è emerso che effettivamente le donne in gravidanza mostrano chiari sintomi del fenomeno chiamato ‘baby brain' in inglese che include ridotta concentrazione e distrazione, unite a problemi generali di memoria. “Questo sembra confermare molto di quanto abbiamo riscontrato a livello di aneddoti secondo cui le donne affermavano di dimenticarsi le cose durante la gravidanza, mettendo le chiavi nel frigo o scordandosi appuntamenti” ha dichiarato Linda Byrne che ha partecipato allo studio.

Donne, gravidanza e memoria. Gli studi presi in considerazione mostrano tutti come nelle donne incinte ci sia una significativa riduzione delle funzioni cognitive, della memoria e della funzione esecutiva rispetto alle donne non in gravidanza. Questi sintomi si riscontrano soprattutto durante il terzo trimestre di gravidanza: “I dati mostra anche che la performance della memoria delle donne incinte inizia a diminuire tra il primo e il secondo trimestre” spiegano i ricercatori. Ma come è possibile? La risposta dei ricercatori è semplice: le donne in gravidanza hanno cose più importanti di cui preoccuparsi e per questi si concentrano (involontariamente) meno sulle questioni più futili. “Stanno crescendo un bambino e si preparano a dargli tutte le attenzioni di cui ha bisogno” concludono gli esperti.

Concentrazione e maternità. L'aspetto interessante dello studio è che in caso di vera necessità, i problemi di concentrazione svanivano immediatamente. I ricercatori stanno ora cercando di capire se questi ‘effetti collaterali' della gravidanza abbiano conseguenze.