Con l'arrivo della stagione calda può capitare di incontrare una vipera e, purtroppo, di venire morsi. Vediamo insieme come riconoscere una vipera, capire in quali luoghi rischiamo di incontrarla, come comportarci in caso di morso e perché evitare di farsi prendere dal panico.

Cosa fare in caso di morso di vipera

Il morso di una vipera si riconosce da due fori ad una distanza di circa un centimentro uno dall'altro, in alcuni casi il buco è uno perché l'animale potrebbe aver perso uno dei denti), ma soprattutto dai sintomi che compaiono immediatamente e cioè:

  • forte dolore nella zona colpita
  • tumefazione
  • livido
  • necrosi (nei casi più gravi)

A questi sintomi locali, si aggiungono quelli generali che riguardano proprio la nostra condizione di salute:

  • mal di testa
  • nausea
  • vomito
  • dolori
  • tachicardia
  • debolezza
  • tremori
  • febbre
  • difficoltà nei movimenti
  • incoscienza
  • difficoltà di coagulazione
  • morte

Quando veniamo morsi da una vipera dobbiamo immediatamente recarci al pronto soccorso, senza indugiare, questo non perché il morso sia necessariamente fatale, ma perché è necessario intervenire prima che rischi di diventarlo, in ogni caso ecco alcuni consigli utili:

  • non alzare il punto in cui si è stati morsi sopra il livello del cuore (per evitare di facilitare l'arrivo del veleno al cuore)
  • non utilizzare laccio emostatico per ‘bloccare' il veleno
  • non incidere la ferita o cercare di succhiare via il veleno
  • non disinfettare con alcool
  • bendare la ferita senza comprimere troppo

Insomma, evitare di fare i ‘medici dell'ultima ora' e recarsi immediatamente al pronto soccorso dove è disponibile il siero anti veleno, che viene somministrato per i casi più gravi.

Morte in caso di morso di vipera

Va detto che i casi di morte in seguito ad un morso di vipera sono molto rari e riguardano per lo più alcune tipologie di persone in particolare: anziani e bambini o persone con problemi di salute. La morte può sopraggiungere anche quando in seguito al morso la persona aspetta troppo tempo prima di recarsi al pronto soccorso.

Chi sono le vipere e come riconoscerle

Le vipere sono serpenti velenosi e nel nostro Paese ne esistono quattro specie:

  • vipera comune (Vipera aspis)
  • marasso (Vipera berus)
  • vipera dell’Orsini (Vipera ursinii)
  • vipera dal corno (Vipera ammodytes)

Possiamo riconoscerle dalla testa a forma triangolare e a punta, le pupulle verticali e la coda breve e tozza. Il suo habitat ideale è al caldo, tra le pietre e vicino all'acqua, ma anche in mezzo all'erba alta e si incontra fino a 3.000 metri di quota. La vipera non è aggressiva se non si sente minacciata e, purtroppo, il nostro comportamento può farla sentire in pericolo: ad esempio se la calpestiamo per sbaglio o se mettiamo una mano vicino ad un sasso sotto il quale si sta nascondendo.

Prevenire il morso di vipera

Le ridurre al minimo il rischio di un morso, il consiglio generale è quello di evitare di camminare scalzi tra la vegetazione. L'ideale sarebbe indossare scarpe che arrivano sopra la caviglia e calzature pesanti che possano fare un po' da barriera in caso di morso. Si consiglia anche di utilizzare un bastone da battere a terra per avvisare del nostro arrivo, in questi casi la vipera tende a fuggire e liberarci il passaggio, se non si ha a disposizione un bastone, va bene anche sbattere i piedi.

[ Foto da Wikipedia]