Quando parliamo di circoncisione, ci riferiamo ad una procedura chirurgica che ha lo scopo di eliminare definitivamente la pelle del prepuzio in eccesso. Di solito si pratica ai bambini nei primi mesi di vita, ma può capitare anche da adulti. Vediamo insieme in cosa consiste la circoncisione, quali sono i rischi e i vantaggi.

Circoncisione, cos'è. La circoncisione è una procedura chirurgica che permette di eliminare il prepuzio totalmente o parzialmente. Il prepuzio è quel lembo di pelle che riveste il glande. Il pene di un uomo circonciso appare dunque con il glande sempre scoperto.

Chi fa la circoncisione e perché. La circoncisione viene praticata per due motivi: il primo è religioso e riguarda gli ebrei e i musulmani che scelgono di circoncidere i bambini come previsto dalla tradizione, l'altro è invece medico. Il prepuzio viene infatti spesso rimosso per questioni igieniche poiché nella pelle in avanzo che ricopre il glande possono raccogliersi microperdite di urina e altre secrezioni genitali che incrementano il rischio di sviluppare infezioni a livello genitale. In ogni caso una buona igiene personale può contrastare questo rischio.

I vantaggi della circoncisione. Oltre a quello della riduzione del rischio di sviluppare infezioni genitali, la circoncisione ha altri vantaggi: per esempio il trattamento di disturbi anatomici come fimosi o dell'eiaculazione precoce. E non è tutto. Dati statistici dimostrano che per gli uomini circoncisi alla nascita si riduce notevolmente il rischio di cancro alla testa del bene, oltre che di contrarre il virus dell'Hiv (anche se non è ancora chiaro il perché). Attenzione però, gli esperti sottolineano che la circoncisione non protegge da infezioni virali, come il papilloma virus, o batteriche, come gonorrea e sifilide.

I rischi della circoncisione. La circoncisione di per sé non è pericolosa, l'intervento può durare un'ora e implica un paio di settimane per la guarigione completa, però trattandosi di una zona delicata, sono fondamentali le condizioni igieniche onde evitare infezioni. Inoltre bisogna sottoporsi a questo intervento unicamente in strutture sanitarie specializzate per assicurarsi di avere a disposizione medici capaci di agire adeguatamente di fronte ad un eventuale imprevisto: il rischio è infatti anche quello di morire dissanguati.