I cani possono diventare donatori di sangue
in foto: I cani possono diventare donatori di sangue

Forse non tutti i proprietari di cani sanno che gli amici a 4 zampe possono diventare donatori di sangue. Capita spesso che, in seguito ad un incidente ad esempio, un cane abbia bisogno di una trasfusione, ma non sempre c'è abbastanza sangue per tutti. Ecco perché, visti i molti cani sparsi sul nostro territorio, risulta sempre più importante donare.

Una banca dati italiana

Nata con il patrocinio di A.N.M.V.I (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) e FNOVI (Federazione Nazionale Ordine Veterinari Italiani) e finanziata da AlmoNature, la Dog Blood Donors è una banca dati di cani donatori del nostro paese che sono stati iscritti volontariamente dai proprietari, senza l'obbligo di donare e per i quali sono previste un massimo di 2 donazioni all'anno.

Quali cani possono donare

In caso di incidenti i nostri cani possono aver bisogno di una trasfusione
in foto: In caso di incidenti i nostri cani possono aver bisogno di una trasfusione

I cani donatori hanno un'età compresa tra i 2 gli 8 anni, quindi nella fase adulta che li vede nella miglior forma fisica, pesano più di 25 kg (anche se in alcuni casi sono accettati cani che arrivano a 20 kg), hanno un buon carattere (ci vuol tempo per la raccolta del sangue, è quindi necessario che Fido sia ben disposto), siano regolarmente vaccinati, onde evitare la presenza di malattie, non siano sotto farmaci e siano regolarmente iscritti all'anagrafe canina. Nel caso in cui il cane non fosse iscritto o non abbia tutte le vaccinazioni, può comunque procedere a mettersi in regola a spese del proprietario.

Come funziona e vantaggi

Dopo aver compilato una scheda disponibile sul sito DogBloodDonors, il proprietario può accompagnare il proprio cane presso uno studio veterinario attrezzato per il prelievo del sangue che viene fatto analizzare al fine di accertarsi della qualità e del gruppo sanguigno di Fido. Successivamente, il cane viene inserito nella banca dati in attesa di essere contattato in caso di bisogno. I vantaggi di questa disponibilità da parte del nostro amico a 4 zampe sono la possibilità di aiutare cani che hanno bisogno di aiuto per salvarsi e di godere in una copertura di 150 euro, in caso di necessità trasfusionale (prezzo pari ad una sacca di sangue). Ovviamente il prelievo e le analisi del sangue sono completamente gratuiti.

Gruppi sanguigni

I nostri cani possono salvare la vita di altri amici a 4 zampe
in foto: I nostri cani possono salvare la vita di altri amici a 4 zampe

I gruppi sanguigni dei nostri cani sono identificati sotto l'acronimo DEA, Dog Erythrocyte Antigen (Antigene Eritrocitario Canino), che si distingue in 1.1, 1.2, 1.3, 3, 4, 5 e 7, per ognuno del quale sono stati identificati altri sottogruppi. Tra questi, il DEA 1.1 è il più diffuso tra i cani e rappresenta quindi quello principale e con il più alto potere immunogeno. Attualmente l'identificazione del gruppo sanguigno si distingue tra positivo o negativo al DEA 1.1.

Donare dal veterinario

Non esiste solo la banca dati DogBloodDonors, in caso di necessità i nostri cani possono infatti donare liberamente, sempre secondo le norme generali legate al peso, all'età, alle vaccinazioni e alla regolare vaccinazione e iscrizione all'anagrafe canina e successivamente all'analisi del sangue. Ci sono anche studi veterinari che chiedono ai clienti di entrare a far parte della propria banca dati di donatori. Non ha importanza a chi vogliate affidare il sangue del vostro migliore amico peloso, ciò che conta è la mano, anzi la zampa, che riuscite a dare ai cani che hanno bisogno di voi. Proprio come per gli esseri umani, donare è fondamentale.