925 CONDIVISIONI

Ci riscalderemo con vestiti che assorbono l’energia solare?

I ricercatori del MIT hanno realizzato un materiale, basato su una pellicola polimerica trasparente, capace di assorbire l’energia solare e di rilasciarla a piacere sotto forma di calore. In futuro potremmo avere indumenti riscaldanti.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Zeina Ayache
925 CONDIVISIONI
Immagine

Avete presente la giacca di Marty McFly di Ritorno al Futuro? Quella che riusciva ad auto asciugarsi e che asciugava lo stesso Marty. I ricercatori del MIT, forse ispirati dalla celebre trilogia, sono al lavoro per realizzare capi d'abbigliamento capaci non solo di immagazzinare l'energia solare, ma anche di riutilizzarla in modo da tenere al caldo chi li indossa. Gli scienziati hanno infatti realizzato un nuovo tipo di materiale che assorbe e rilascia energia, a richiesta.

Si tratta di un nuovo materiale realizzato con una pellicola di polimero trasparente che può essere applicata su diverse superfici, dalle finestre ai vestiti, e che, durante il giorno, immagazzina l'energia solare che, a piacere, può essere sfruttata per riscaldare gli ambienti interni o gli indumenti stessi indossati. Il materiale del MIT dunque agisce diversamente rispetto a quelli realizzati fino ad ora, che puntano a raccogliere l'energia solare da riutilizzare sotto forma di elettricità, e si basa su un materiale solido (il polimero) e non su un liquido, come avviene di solito.

Ma come funziona? Il materiale sfrutta una reazione chimica che produce calore invece di energia grazie ad una molecola che riesce ad assorbire l'energia solare e a caricarsi rimanendo però stabile fino a quando, in seguito ad uno stimolo preciso, rilascia l'energia in calore.

Ad oggi, il polimero emette una concentrazione di calore che tocca i 10 gradi celsius, ma l'obiettivo degli scienziati è riuscire a raggiungere i 20 gradi.

In questo momento quindi questo materiale potrebbe essere utilizzato giusto per “scongelare” i vetri delle auto in inverno, ma l'idea finale è quella di poterne sfruttare le potenzialità in casa, in sostituzione dell'attuale riscaldamento, e con l'abbigliamento, così da non dover indossare capi troppo pesanti per non sentire freddo.

925 CONDIVISIONI
L'aereo a energia solare ce l'ha fatta: giro del mondo completato in 3 giorni
L'aereo a energia solare ce l'ha fatta: giro del mondo completato in 3 giorni
Com'è il vento solare su Plutone?
Com'è il vento solare su Plutone?
Ora solare: il 25 ottobre l'orologio si sposta un'ora indietro
Ora solare: il 25 ottobre l'orologio si sposta un'ora indietro
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views