È stato trovato a Modena, in un'azienda ceramica di Solignano Nuovo, l'esemplare di colubro lacertino che ha fatto scattare l'intervento dei volontari del Centro Fauna Selvatica Il Pettirosso che si sono occupati del recupero dell'animale insieme al Servizio Veterinario del Dipartimento di Sanità Pubblica della città. Il serpente, lungo 140 centimetri, si trovava nella centrale termica della struttura e a far scattare l'allarme sono stati i dipendenti che l'hanno trovato. Ma chi è il serpente colubro lacertino?

Il Malpolon monspessulanus. Il vero nome del colubro lacertino è Malpolon monspessulanus ed è un serpente velenoso che vive nell'area del Mediterraneo. Lungo anche 3 metri, il colubro lacertino raggiunge mediamente un metro e mezzo, ha un corpo muscoloso dal diametro importante. La colorazione varia sulle tonalità del verde, marrone e grigio. Dagli occhi grandi, il muso appuntito, la testa piccola, in proporzione con il resto del corpo, e la bocca grande, questo serpente ha un aspetto minaccioso rafforzato dai denti rivolti verso l'interno ottimi per trattenere le prese.

Velenoso o no. Proprio nella parte superiore della mandibola, il colubro lacertino ha dei denti grossi ‘pieni' di veleno che serve appunto per uccidere la preda, aiutandosi con il corpo con il quale la avvolge nel tentativo di soffocarla, prima di ingoiarla interamente. Attenzione però, il veleno di questo serpente è meno pericoloso di quello delle vipere o i cobra, di cui è un lontano parente, ma non è dannoso per noi esseri umani: in ogni caso, se veniamo feriti è sempre meglio andare al pronto soccorso per farsi visitare, il morso non è comunque indolore.

Perché siamo sorpresi di averlo trovato a Modena? L'habitat del colubro lacertino non è Modena, è infatti più facile trovarlo tra la Francia e la Spagna, in Italia invece possiamo incontrarlo in Liguria e sull'Isola di Lampedusa. È possibile dunque che l'esemplare trovato sia arrivato per caso all'interno di qualche camion merci o container. Adesso si trova in sicurezza.

[Foto da Wikipedia]