Le zanzare sono l’incubo di molti di noi, per alcuni è praticamente impossibile sfuggire al loro morso, per altri invece non rappresentano un problema. Per coloro che vengono perseguitati, trovare un metodo efficace repellente è un pensiero fisso. Una soluzione potrebbe arrivare dai ricercatori della Swedish University of Agricultural Sciences e della Addis Ababa University che sul Malaria Journal hanno pubblicato la ricerca intitolata “Chicken volatiles repel host-seeking malaria mosquitoes” all’interno della quale mostrano come i polli siano perfetti anti-zanzare naturali, ma come è possibile?

Lo studio, effettuato in Etiopia, nasce dalla volontà di aiutare la popolazione locale a contrastare la malaria trasmessa per lo più dalla zanzara Anopheles arabiensis. Questo insetto va particolarmente ghiotto del sangue umano e, in sua assenza, si accontenta di quello dei bovini, delle capre e delle pecore, mentre non sembra interessato alle galline. “Siamo rimasti sorpresi quando abbiamo scoperto che le zanzare della malaria vengono respinte dell’odore emesso dalle galline” afferma Rickard Ignell, uno degli autori dello studio.

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno prima collezionato una serie di informazioni e campioni di sangue, piumaggio e peli degli esseri umani e degli animali presenti (compresi i polli) e poi li hanno analizzati. I dati raccolti hanno mostrato la presenza di alcuni composti solo nei polli. Per testarne l’efficacia hanno posizionato 11 trappole di zanzare all’interno di altrettante abitazioni dei soggetti partecipanti e in alcune di queste hanno inserito i composti repellenti dei polli. Così facendo hanno potuto verificare un minor numero di zanzare nelle trappole in cui c’era l’odore delle galline.

Insomma, di certo i ricercatori non ci stanno suggerendo di dormire in camera da letto con una gallina, però, nel caso ne aveste già una a casa, tentar non nuoce.