La qualità dello sperma può essere migliorata con un semplice integratore dietetico che contiene un composto presente nei pomodori cotti, che raddoppia l’efficacia degli spermatozoi e incrementa le probabilità di avere un figlio. Questa è la scoperta degli scienziati che ci spiegano come il pomodoro riesca a migliorare la qualità dello sperma. Ecco cosa c’è da sapere.

Partiamo con il dire che tra il 40 e il 50% dei casi di infertilità sono da attribuirsi agli uomini, in particolare alla qualità dello sperma che non risulta efficace ai fini della procreazione. Gli esperti si sono dunque concentrati sugli uomini per trovare una strategia per incrementare le probabilità di successo e per riuscirci sono partiti dai pomodori cotti, o per meglio dire, da un composto che si trova nei pomodori cotti, il licopene, somministrato ai pazienti sotto forma di un integratore che si chiama LactoLycopene. Ma cos’è il licopene?

Il licopene è un composto che troviamo comunemente in alcuni frutti e verdure, ma soprattutto nei pomodori, ai quali conferisce il tipico colore rosso. Purtroppo il licopene da solo viene scarsamente assorbito dal corpo umano. Come fare dunque per sfruttarne le potenzialità? Per la loro sperimentazione, gli esperti hanno sfruttato una formulazione disponibile in commercio chiamata LactoLycopene e l’hanno testata su un gruppo di pazienti sani.

Gli scienziati hanno infatti coinvolto nel loro studio di 12 settimane un gruppo di 60 uomini sani tra i 19 e i 30 anni e li hanno suddivisi in due gruppi: ad un gruppo è stato chiesto di assumere una pastiglia al giorno di LactoLycopene, all’altro gruppo invece è stata somministrata una pastiglia di placebo. All’inizio e al termine dell’esperimento, gli scienziati hanno raccolto da ogni partecipante un campione di sperma e di sangue che hanno analizzato.

Dai dati raccolti è emerso un evidente miglioramento della qualità dello sperma dei pazienti che avevano assunto LactoLycopene. Nello specifico, gli esperti fanno sapere che ad aver ottenuto grandi benefici è stata sia la morfologia degli spermatozoi che la loro velocità di movimento: stiamo parlando di un miglioramento del 40% in sole 12 settimane.

“I risultati sono stati così sorprendenti che sono quali caduto dalla sedia” ha dichiarato uno dei ricercatori, Allan Pacey, esperto a livello globale di riproduzione maschile.

Lo studio, intitolato “A randomized placebo-controlled trial to investigate the effect of lactolycopene on semen quality in healthy males”, è stato pubblicato sull’European Journal of Nutrition.