Abbandonare un cane, un gatto, o in generale un animale domestico, è reato!

Secondo l’art. 727 del Codice Penale, che si riferisce appunto all’abbandono di animali, “chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro”.

La legge parla chiaro, eppure ogni anno, soprattutto d’estate, migliaia di italiani, non curanti della giurisprudenza in vigore e del rispetto della vita altrui, scelgono liberamente di chiudere la porta in faccia al loro amico 4 zampe, lasciandolo legato ad un guard rail in autostrada, in aperta campagna o in qualche strada poco battuta.

Cani e gatti che, abituati all’affetto della famiglia e alle cure domestiche, si ritrovano improvvisamente, privi di ogni sicurezza,comunque incapaci di odiare i responsabili di tanto dolore.

Vi capita così, mentre siete in viaggio per la vostra meta vacanziera, di incontrare una di queste anime in pena.

Ma come dovete comportarvi?

Se vi trovate in autostrada:

  • per quanto sia più facile a dirsi che a farsi, non vi è permesso fermarvi per soccorrere il peloso abbandonato.
  • segnatevi il chilometro autostradale presso il quale vi trovate (lo vedete a bordo strada, è quel piccolo cartello quadrato bianco che riporta due numeri, nella parte inferiore è indicato il chilometro, nella parte superiore, numero romano, sono indicati i metri – es. IX/23 significa il chilometro 23,900) e comunicatelo alla Polizia Stradale (Tel. 112) che interverrà per salvare il cane. Successivamente, se questo è in possesso del chip (che ormai è obbligatorio), i proprietari verranno contattati e denunciati per abbandono: la giustizia farà così il suo corso.

Se vi trovate presso un’area di servizio:

  • potete attendere l’arrivo della Polizia Stradale (che avrete tempestivamente contattato)
  • dare acqua e cibo al povero animale abbandonato.

Fate attenzione ai segnali che il cane vi manda:

  • non avvicinatevi frontalmente e/o di fretta
  • mostrate il fianco e abbassatevi lentamente mantenendo comunque una distanza di sicurezza, per voi e per lo stesso cane che, impaurito, potrebbe sentirsi minacciato
  • non slegatelo perché potrebbe divincolarsi dal guinzaglio e scapparvi, a meno che non vi sembri molto calmo o disponibile ad essere accudito, per esempio se cerca di avvicinarsi a voi contento e non preoccupato
  • allontanatevi se vi ringhia, abbaia o mostra chiari segnali di disagio (orecchie basse, tremori, coda fra le zampe)

È sempre meglio lasciare a chi di dovere il compito di occuparsi di queste situazioni, per evitare di infierire, involontariamente, sul cane già confuso.

Fuori dall’autostrada:

  • contattate la Polizia di Stato, la Polizia Locale o i Carabinieri e attendete lì, così da assicurarvi che l'animali si trovi ancora sul luogo nel momento dell'arrivo delle Forze dell'Ordine

Se preferite recuperare voi stessi gli animali abbandonati non in autostrada, in caso di cuccioli senza mamma per esempio:

  • recatevi presso il vostro veterinario di fiducia per capire quali siano le loro condizioni di salute e se siano in possesso di un chip di riconoscimento.

Se non risultano di proprietà, potete adottarli voi stessi. Diversamente, portateli presso il canile comunale, lì i volontari si occuperanno di trovargli una giusta famiglia.

Il fai-da-te in caso di ritrovamento di animale abbandonato è vivamente sconsigliato poiché, non essendo il vostro mestiere, il rischio potrebbe essere quello di creare più problemi che soluzioni.

Non dimenticate di partecipare alla campagna di sensibilizzazione di Fanpage ‘Io Non Ti Abbandono’, inviando una foto che vi ritrae con il vostro animale domestico.