Il suo nome è Lisa Johson, è una donna di 37 anni che oggi ha sconfitto il cancro e finalmente può raccontare la sua originale storia al mondo. Secondo quanto da lei dichiarato, a salvarle la vita sarebbe stato il suo cane, uno staffordshire bull terrier di 10 anni di nome Marley. Come? La cagnolina abbaiava ogni volta che la donna si alzava, in pratica aveva modificato il suo comportamento al punto da spingere la donna a recarsi dal medico che le ha diagnosticato un tumore al seno in stadio precoce che è stato possibile curare.

Non era però la prima volta che Marley si dimostrava così apprensiva nei confronti della sua amica umana. Stando ai racconti, la cagnolina si era mostrata strana anche durante le tre gravidanze della donna che veniva seguita continuamente da Marley. Addirittura, Lisa racconta di aver effettuato il test di gravidanza per il secondo e terzo figlio proprio affidandosi al cambiamento di comportamento del cane, come se il 4 zampe riuscisse in qualche modo a capire che qualcosa nella donna era cambiato.

Come è possibile? Studi recenti hanno dimostrato che i cani sono capaci di sentire i cambiamenti ormonali e quindi, se addestrati a dovere, riescono a diagnosticare diverse categorie di male. Esistono ad esempio cani capaci di prevedere il sopraggiungere delle crisi epilettiche o di ipoglicemia.

Ultimamente i ricercatori stanno lavorando per insegnare ai cani a percepire l' “odore” del tumore ai polmoni. In questo caso, la “firma molecolare” da ricercare è composta da i VOC (composti organici volatili) e si trova nelle urine. Un esempio di questo tipo di formazione è quello dell'italiana Medical Detection Dog Italia Onlus che, con l'Istituto Europeo di Oncologia, sta mettendo a disposizione della scienza l'olfatto di cani addestrati appositamente.