Dieta con pochi grassi
in foto: Dieta con pochi grassi

I grassi derivati dagli animali portano il tumore alla prostata a diffondersi, formare metastasi e diventare ancor più mortale: la notizia arriva dai ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center (Bidmc) della Harvard Medical School di Boston i quali hanno inoltre scoperto che somministrando un farmaco contro l'obesità, gli effetti di questi alimenti possono essere bloccati. Ma come è possibile?

Grassi e cancro. Il cancro alla prostata tende a crescere molto lentamente tanto che alcuni uomini muoiono con questa malattia, ma non per causa di questa malattia. Quando però il tumore va in metastasi, i casi di mortalità legati a questa condizione aumentano. Quali sono dunque i meccanismi che promuovono le metastasi legate al tumore alla prostata? Alla domanda rispondono i ricercatori del Beth Israel Deaconess Medical Center che hanno analizzato gli effetti di una dieta occidentale ricca di grassi di origine animale sul tumore alla prostata. Studi recenti hanno infatti dimostrato che esiste un legame molto stretto tra le diete ricche di grassi e la formazione di tumori, tanto che gli uomini che vivono in occidente rischiano di sviluppare un cancro alla prostata due volte e mezzo in più rispetto a quelli che vivono in oriente, dove la dieta è meno grassa.

Geni oncosoppressori. I ricercatori hanno scoperto che il rischio di progressione della malattia è legato a due geni oncosoppressori, PTEN e PML, la cui assenza nel corpo dei pazienti altera il metabolismo della cellula portando ad un aumento della produzione di lipidi, o grassi (e di conseguenze ad un rischio maggiore di sviluppare la malattie e le metastasi). Analizzando gli effetti dei grassi sui topi, aggiungendo alla loro dieta grassi saturi, gli scienziati hanno evidenziato la comparsa i metastasi: insomma hanno dimostrato il legate tra grassi e rischio maggiore di morte.

Cura contro l'obesità. E non è tutto. Sfruttando le potenzialità di un farmaco contro l'obesità a base di fatostatite, gli scienziati sono riusciti a bloccare la lipogenesi portando il tumore a regredire evitando le metastasi.