Una dieta sana, povera di grassi, attività fisica regolare e addio alle sigarete, queste tre buone e semplici abitudini riducono nelle donne il rischio di recidive, oltre a prevenire in generale la formazione del tumore. Questo è quanto ci fanno sapere gli oncologi in occasione del convegno nazionale ‘Carcinoma mammario, traguardi raggiunti e le nuove sfide'. Ma vediamo nel dettaglio quanto queste abitudini riescano a ridurre il rischio recidive.

Tre buone e semplici abitudini. Gli oncologi ci spiegano come tre semplici abitudini possano ridurre e di quanto il rischio di recidive in casi di tumore al seno nelle donne:

  • meno cibi grassi, gli studi hanno dimostrato che una dieta troppo ricca di grassi aumenta del 24% il rischio di recidiva del tumore alla mammella. Un incremento del peso di oltre 5 chili corrisponde ad un incremento del 13% del rischio mortalità.
  • più sport, fare almeno 150 minuti di attività fisica come giardinaggio e camminata veloce ridure del 25% la mortalità per tumore al seno
  • basta sigarette, le donne non fumatrici che in passato hanno fumato dalle 20 alle 35 sigarette, presentano un rischio di ricomparsa di carcinoma della mammella del 22%, del 37% per le fumatrici di più di 35 sigarette e, addirittura, del 41% per coloro che non hanno mai smesso.

Il dato preoccupante è che solo l'11% delle donne guarite incrementa l'attività fisica e solo il 15% opta per una dieta più sana.

Prevenzione terziaria. Adottare stili di vita sani, ecco cos'è la prevenzione terziaria sulla quale investiamo ancora troppo poco, ma che in realtà è fondamentale per aiutare i trattamenti farmacologici utili ad affrontare la malattia. Molte donne purtroppo non vengon informate dei vantaggi di queste tre buone abitudini, è dunque importante diffondere le informazioni veicolate dagli oncologi.