I giovani di tutto il mondo scendono in piazza per dire ‘basta’ al riscaldamento globale e per chiedere agli adulti di intervenire prima che il loro futuro sia completamente distrutto dai cambiamenti climatici. Questo evento mondiale, che si terrà il 15 marzo, si chiama ‘Climate Strike’ e per la prima volta arriva nel nostro Paese. Vediamo di cosa si tratta e come partecipare.

Climate Strike, cos'è

I cambiamenti climatici sono sotto gli occhi di tutti, ogni giorno catastrofi naturali si verificano sul nostro Pianeta e sono la conseguenza del riscaldamento globale di cui l’essere umano è la causa con le continue emissioni di gas serra nell’aria che portano ad un incremento della temperatura tale da sconvolgere il naturale equilibrio. Le conseguenze delle nostre azioni stanno modificando il futuro dei giovani mettendolo seriamente a rischio, per queste le nuove generazioni hanno deciso di scioperare per dare un chiaro segnale agli adulti e a coloro che ci governano ai quali si chiede un reale intervento massiccio e definitivo per controllare le emissioni di CO2 e limitare l’innalzamento delle temperature.

Quando e come partecipare al Climate Strike

Il Climate Strike si terrà il prossimo 15 marzo nelle piazze italiane, tutti gli studenti sono invitati a scioperare, ma ovviamente potranno partecipare anche tutti coloro che vogliono preservare il proprio futuro.

Greta Thunberg, chi è e cosa sono i Fridays for Future

https://www.fanpage.it/greta-la-15enne-che-sciopera-davanti-al-parlamento-contro-il-riscaldamento-globale/Il 15 marzo sarà l’ennesimo Fridays For Future promosso da Greta Thunberg, la studentessa svedese, eletta ‘Donna dell’Anno’ in Svezia, che ogni venerdì sciopera contro i cambiamenti climatici davanti al parlamento del suo Paese con un cartello molto chiaro che recita “Sciopero scolastico per il clima” (Skolstrejk för klimate). Greta è conosciuta a livello globale per il suo intervento tenuto in occasione del COP24 in Polonia durante il quale ha scosso le nostre coscienze parlando dei cambiamenti climatici e chiedendo apertamente a chi ci governa di intervenire prima che sia troppo tardi.

Le richieste del Climate Strike

I giovani di tutto il mondo chiedono che ai governi di attivare programmi seri ed efficaci per iniziare ad utilizzare energia pulita al 100%, per smettere di utilizzare i combustibili fossili e quindi per fare il possibile per fermare il riscaldamento globale.