Fare shopping tira su il morale: ne siamo sicuri? Con l'arrivo del Black Friday le carte di credito stanno prendendo fuoco e così le nostre emozioni: tra orgoglio e rimpianto ecco come ci sentiamo dopo aver dato fondo ai nostri risparmi per qualche euro risparmiato.

Prendere o lasciare? Scegliere se e cosa comprare, soprattutto durante i saldi, sembra davvero complicato: questo sconto è sufficiente? Ho davvero bisogno di questa gonna fucsia con le paillettes e gli orsetti solo perché costa 1 euro? Cos'è che influenza le nostre scelte? Secondo la scienza, ad influenzare il nostro processo di scelta è la paura del rimpianto. Il rimpianto infatti entra in gioco non solo dopo che un evento è passato, ma anche quando lo stiamo vivendo e si manifesta sotto forma di ipotesi: ‘e se domani mi rendo conto che lo volevo?'. Quante volte ci siamo fatti questa domanda davanti ad una pila di vestiti in saldo? Durante il Black Friday, il rimpianto si manifesta all'ennesima potenza: sia dopo l'evento (Ma perché non ho comprato qualcosa durante il Black Friday?), sia durante (Ma perché ho comprato queste cose?) Come risolvere questo dilemma? Gli scienziati ci consigliano di attingere alla memoria e ricordarci come ci siamo comportati in passato e quali emozioni abbiamo provato in relazione alle scelte fatte.

Si ma l'orgoglio? Durante il Black Friday, il nostro orgoglio lo troviamo nella possibilità di acquistare un prodotto ad un prezzo davvero molto scontato rispetto a quello iniziale. L'orgoglio è messo a dura prova durante i saldi, quando dopo un momento iniziale in cui siamo fieri per aver acquistato prodotto, la settimana dopo scopriamo che è stato scontato ancora di più. Ma durante il Black Friday questo non avviene.

Conclusioni. Insomma, il Black Friday rappresenta una giornata particolarmente emozionante per le nostre tasche e non solo e, per evitare di sentirci in colpa questa sera, il consiglio è sempre lo stesso: mi serve davvero?