I bambini particolarmente esposti ai pesticidi sono più a rischio ipertensione, le sostanze infatti aumentano la pressione del sangue, questo è ciò che sostengono i ricercatori che, attraverso il loro studio, ci spiegano come siano giunti a questa preoccupante conclusione per la salute dei più piccoli. Ecco come i pesticidi possono aumentare il rischio ipertensione nei bambini.

Pesticidi e festa della mamma. Gli scienziati hanno preso in considerazione il periodo della festa della mamma in Ecuador. Il paese infatti è uno dei più importanti esportatori di fiori al mondo, a questo mercato però corrisponde anche l’utilizzo di pesticidi, insetticidi e fungicidi necessari per preservare i fiori, ma potenzilamente pericolosi per la nostra salute.

Lo studio. Per comprendere gli effetti dei pesticidi, gli esperti hanno chiesto la partecipazione di 313 bambini tra i 4 e i 9 anni residenti in aree di floricoltura e li hanno esaminati per 100 giorni dopo la raccolta necessaria per la festa della mamma.

I risultati. Dai dati raccolti è emerso che i bambini, poco dopo il raccolto, erano particolarmente esposti ai pesticidi e avevano una pressione sanguigna più alta rispetto ai bambini esaminati più avanti. Inoltre i bambini che erano stati esaminati entro 81 giorni dopo il raccolto avevano tre volte più probabilità di avere ipertensione rispetto a quelli esaminati tra i 91 e i 100 giorni successivi all’evento.

Quali sono le cause? Ad oggi non è esattamente chiaro perché queste sostanze provochino un incremento della pressione sanguigna con un conseguente maggior rischio di ipertensione, ma è sempre più chiaro che hanno effetti negativi sulla nostra salute.

Lo studio, intitolato “Blood pressure after a heightened pesticide spray period among children living in agricultural communities in Ecuador”, è stato pubblicato su Environmental Research.