Donald Trump, come previsto, è sempre di più un protagonista di meme e situazioni esilaranti. Se questo non dovrebbe farci ridere per ovvi motivi politici, è innegabile che il suo aspetto fisico e le sue dichiarazioni siano un'ottima fonte di ispirazione per coloro che sono sempre pronti a farsi quattro risate. E così dal mondo della scienza arriva il Trumpigator, un alligatore arancione che, in realtà, non dovrebbe affatto farsi sorridere.

Avvistato in Hanahan, che sta vicino a Charleston nella Carolina del Sud, l'alligatore arancione ha attirato l'attenzione dei passanti: non è cosa da tutti i giorni trovare un animale simile di quel colore che lo hanno portato ad essere ribattezzato Trumpigator, chiaro riferimento ai capelli del Presidente USA. Attenzione, ribattezzato però perché questo alligatore un nome ce lo avrebbe già: si tratta infatti dell'alligatore americano.

Il suo vero nome è Alligator mississippiensis ed è uno dei più grandi della sua famiglia ed si trova tipicamente nella Carolina del Sud, dove appunto è stato avvistato. Lungo fino a quattro metri, questo alligatore vive fino a 60 anni e il suo colore naturale è verdone con striature gialle. Ma perché il Trumpigator è giallo?

Le motivazioni scientifiche sono varie. C'è chi pensa che a conferire quel colore arancione sia stato qualcosa che si trova nell'acqua, come ad esempio delle alghe, altre ipotesi invece sostengono che l'animale potrebbe esserci macchiato stando al riparto all'interno di un tubo d'acciaio arrugginito durante la stagione invernale.

In ogni caso possiamo stare tranquilli, il colore del Trumpigator, proprio come il Presidente da cui prende il nome, è solo passeggero: quando cambierà pelle tornerà ad essere del suo splendido verde naturale.

[Foto copertina Facebook – Stephen Tatum]