Le persone possono essere allergiche alla cannabis
in foto: Le persone possono essere allergiche alla cannabis

Un nuovo studio rivela che si può essere pericolosamente allergici alla cannabis. Congiuntivite, asma, prurito, starnuti e naso che cola sono solo alcuni dei sintomi che indicano che siamo allergici a questa pianta. Il numero di casi è ancora limitato, ma in continuo aumento e gli scienziati si chiedono quali ripercussioni potrà avere la legalizzazione della marijuana.

Effetti positivi e negativi

Quando parliamo di “effetti” della marijuana di solito ci riferiamo a sintomi come euforia, ansia, allucinazioni e paranoia, ma, secondo uno studio di recente pubblicazione sull' “Annals of Allergy, Asthma & Immunology”, i risvolti negativi della cannabis sfocerebbero anche in vere e proprie reazioni allergiche. Gli scienziati hanno infatti scoperto che, in alcuni casi, l'esposizione al polline della marijuana o al fumo della cannabis può provocare i sintomi della rinite allergica, causati dall'infiammazione del tratto nasale, quali starnuti, congestione, prurito e rinorrea, ma anche congiuntivite e asma.

Basta un attimo

La cannabis può provocare shock anafilattici
in foto: La cannabis può provocare shock anafilattici

La cannabis utilizzata per lo studio è la sativa, una specie impiegata per uso tessile o per la produzione di carta e contenente alcune sostanze stupefacenti. Il dr. Thad Ocampo e la dr. Tonya Rans spiegano che le persone allergiche alla cannabis possono manifestare reazioni forti, come orticaria, prurito e gonfiore, anche semplicemente toccando la pianta. Per giungere a queste conclusioni, gli scienziati hanno analizzato diversi casi, come quello del paziente finito in shock anafilattico dopo aver mangiato del pesce in crosta di semi di cannabis. La persona non è risultata allergica al pesce, ma alla cannabis. “Per quanto l'allergia alla cannabis sativa sia da considerarsi relativamente rara, è comunque in aumento” fanno sapere gli studiosi.

Legalizzazione e allergia

Il fumo passivo può provocare una reazione allergica
in foto: Il fumo passivo può provocare una reazione allergica

I dati raccolti rappresentano un importante punto di partenza per comprendere i risvolti che potrà avere la legalizzazione della marijuana. C'è chi, come il dr Purvi Parikh, ci tiene a sottolineare che “Le allergie di solito cambiano con il passare del tempo e sono collegate all'esposizione dell'allergene. Con la legalizzazione della marijuana, aumenta la produzione e, inevitabilmente, l'esposizione all'allergene stesso, con un conseguente aumento del numero di casi di allergie”. E, visto che per scatenare una reazione allergica, basta anche solo inalare la sostanza, a rischio sono anche tutti coloro che non fumano, ma che subiscono il fumo passivo.