La primavera è arrivata e con lei alcuni pericoli per i nostri cani, tra questi ricordiamo le pulci, le zecche e le zanzare, contro le quali possiamo utilizzare prodotti specifici utili a contrastare il rischio filariosi o leishamaniosi. I nemici però non finiscono qui. In natura infatti esiste una famiglia di piante angiosperme (graminacee) che può provocare danni pericolosi per la salute del nostro migliore amico: stiamo parlando di forasacchi.

Cosa sono i forasacchi
Perché i forasacchi sono pericolosi per i nostri cani
In quali parti del corpo del cane si infilano
Quali sono i sintomi
Come togliere i forasacchi
Quali sono i danni provocati
Prevenzione, come evitare il pericolo forasacchi

Cosa sono i forasacchi

I forasacchi, così come sono conosciuti, sono in realtà le ariste delle graminacee e sono quelle piccole spighe presenti nelle nostre città, nelle aiuole, nei campi, ma anche nella natura incontaminata.

[Foto di -Merce-]

Perché i forasacchi sono pericolosi per i nostri cani

Quando i forasacchi si seccano (quando cioè diventano gialli), entrano in contatto con il pelo del nostro cane e, in alcuni casi, si staccano dalla pianta e rischiano di infilarsi sotto la pelle del nostro amico a 4 zampe. I semi infatti hanno una conformazione tale da conficcarsi e penetrare sotto la cute tanto da provocare danni alla salute dei cani.

In quali parti del corpo del cane si infilano

Le parti del corpo più a rischio sono le orecchie, il naso e gli spazi interdigitali, bisogna comunque prestare attenzione anche agli occhi, alla bocca, al pene e in generale a tutto il corpo.

Quali sono i sintomi

I sintomi variano a seconda della zona colpita:

  • naso: il cane starnutiste più volte nel tentativo di espellere il forasacco;
  • orecchie: il cane si tratta e scrolla la testa con insistenza;
  • spazi interdigitali: il cane si lecca e si mordicchia le dita e ritrae la zampa quando cercate di controllare;
  • bocca: il cane tossiche e cerca di vomitare perché sta tentando di espellere il forasacco;
  • resto del corpo: in generale, fate attenzione se il vostro cane si gratta compulsivamente, si lecca o si mordicchia. Potrebbe procurarsi anche alcune ferite, per questo è consigliabile non aspettare molto prima di andare dal veterinario se si sospetta che sia entrato in contatto con i forasacchi.

Come togliere i forasacchi

Controllate sempre con attenzione le varie parti del corpo a rischio e, se vedere un forasacco, toglietelo facendo attenzione ad estrarlo completamente, in ogni caso rivolgetevi al vostro veterinario per assicurarvi che il vostro cane stia bene e che non ci siano tracce di spighe. In alcuni casi potrebbe risultare necessaria un'operazione chirurgica per rimuovere il forasacco.

Quali sono i danni provocati

Mai sottovalutare i possibili danni provocati da un forasacco. Per quanto possano sembrarsi innocui, in realtà sono molto pericolosi per la salute del nostro amico a 4 zampe:

  • nelle orecchie: possono provocare otiti molto gravi e lesionare il timpano;
  • nel naso: possono portare a gravi infiammazioni e infezioni con conseguenti rinorragie (sangue dal naso). Nei casi peggiori i forasacchi possono raggiungere i polmoni provocando danni che mettono seriamente a rischio la salute di Fido;
  • negli spazi interdigitali: possono provocare zoppie da dolore, infezioni e dolore.

Prevenzione, come evitare il pericolo forasacchi

Iniziamo con il dire che farsi prendere dal panico non serve a niente. Quando siete in passeggiata con Fido, non allarmatevi se si avvicina ai forasacchi, solo fate attenzione che non ci siano resti di questa pianta addosso al vostro amico a 4 zampe, nel caso toglieteli. Controllate dunque l'interno delle orecchie, la bocca, il naso e tra le zampe e, ancor più importante, osservate il cane nelle ore successive all'uscita. Se avete un dubbio, portatelo dal veterinario. Evitate il fai da te come l'utilizzo di pinze per cercare di togliere voi stessi il forasacco, ad esempio, dal naso.