Credit: MasterTux
in foto: Credit: MasterTux

Si chiama 2006 QQ23 il nuovo asteroide potenzialmente pericoloso avvistato dalla NASA che potrebbe schiantarsi sulla Terra il prossimo 10 agosto 2019. Vediamo insieme cosa c’è da sapere su 2006 QQ23, quanto è grande, a che distanza da noi arriverà, quali sono i rischi e perché non ci sia bisogno di fare allarmismo.

2006 QQ23, cos’è. 2006 QQ23 è il nome di un asteroide osservato per la prima volta il 21 agosto 2006 e che il prossimo 10 agosto 2019 si troverà a meno di 0,05 au di distanza dalla Terra, nello specifico 0,04977 au, e a 1.037 au di distanza dal Sole. La sua velocità quel giorno sarà di 4,67 chilometri al secondo, la sua magnitudine assoluta è di 20.1 e il suo diametro è stimato tra i 250 e i 570 metri, almeno più di due campi da calcio.

Potenzialmente pericoloso. L’asteroide 2006 QQ23 è stato classificato Athen e appartiene al gruppo NEO, cioè quel gruppo di asteroidi con una distanza di perielio inferiore a 1.3 au, si tratta di un asteroide considerato “potenzialmente pericoloso” perché la distanza minima a cui passa dalla Terra è inferiore a 0,05 au e la sua magnitudine assoluta è inferiore a 22.0.

Dobbiamo preoccuparci? Per quanto l’asteroide 2006 QQ23 sia considerato ‘potenzialmente pericoloso’ secondo gli standard NASA e per quanto potrebbe schiantarsi sulla Terra, non c’è né la certezza che si distruggerà cercando di entrare nell’atmosfera terrestre, né la certezza che raggiungerà il suolo provocando danni, come interferenze con i satelliti, terremoti o tsunami. Ma non c’è da preoccuparsi, l’asteroide è sotto controllo e gli esperti ci terranno aggiornati. Ricordiamo che giusto qualche giorno fa gli esperti che hanno confermato che l'asteroide 2006 QV89, anch'esso potenzialmente pericoloso', non colpirà il nostro Pianeta.