L'impianto contro l'artrite in via di sperimentazione
in foto: L’impianto contro l’artrite in via di sperimentazione (via Daily Mail).

La tecnologia potrebbe aiutare tutti coloro che soffrono di artrite alle mani a avvertire meno dolore e a migliorare la mobilità. Come? Grazie alla realizzazione di un impianto piccolissimo, grande quanto una moneta, con lo stesso materiale di cui sono composti i coni dei missili, inserito in corrispondenza dell'articolazione del pollice. Si tratta, in altre parole, di una giuntura artificiale che potrebbe rappresentare un grande passo in avanti per incrementare la qualità della vita delle persone affette da questa malattia degenerativa. La ricerca, come riporta il quotidiano inglese Daily Mail, è portata avanti da un team di medici ed esperti francesi, capitanati dal chirurgo Philippe Bellemère. E i primi risultati della sua efficacia sono già visibili: nella sperimentazione che ha coinvolto più di 600 pazienti, ben il 98% ha mostrato segni di miglioramento dopo essersi sottoposto all'intervento per l'applicazione del dispositivo.

Come si migliora il dolore e la mobilità

Molti di loro hanno riacquistato la capacità di svolgere attività quotidiane, come girare la maniglia delle porte e aprire dei barattoli, che risultavano prima dell'operazione troppo dolorosi da compiere. Per inserire l'impianto alla base del pollice ci vuole meno di un'ora, ma i benefici che si potrebbero ottenere in seguito sono illimitati. Una volta installato, impedisce alle ossa di fregarsi tra di loro, attaccando direttamente il pollice al polso. Si tratta di uno dei luoghi più comuni per lo sviluppo dell'artrite della mano, una patologia il cui rischio aumenta con l'età e che è degenerativa per una donna su quattro. La malattia sarebbe provocata da un'attivazione anomala del sistema immunitario contro la membrana sinoviale (la membrana che riveste le articolazioni), estendendosi anche i tendini, ma le sue cause sono ancora in via di studio.

Ne deriva una limitazione dei movimenti e della funzionalità delle articolazioni interessate, ma anche dolore e deformità alle mani, per cui anche i gesti più semplici, come sollevare oggetti e sfogliare un libro possono diventare in alcuni casi impossibili. Attualmente, vengono somministrati farmaci anti-infiammatori non steroidei e corticosteroidi, che ne riducono i sintomi ma non risolvono il problema. In passato, si è anche tentato di sostituire chirurgicamente tutta la giuntura, ma senza successo.

Caratteristiche del nuovo dispositivo

Il nuovo impianto è realizzato con un tipo di materiale molto simile alla grafite, impiegato anche per la costruzione dei missili. "È un'invenzione estremamente efficace", ha commentato Greg Packer, chirurgo ortopedico del Southend Hospital NHS Trust, nel Regno Unito, che ha utilizzato il dispositivo su 150 persone. L'incisione viene effettuata alla base del pollice, viene installato l'impianto e il paziente può tornare a casa stesso in giornata. Dopo tre mesi la mano risulta completamente guarita. "In tutti i casi – ha sottolineato Packer – non ci sono state complicazioni e il recupero è stato immediato".