6 Ottobre 2021
16:07

Allenarsi prima di andare a dormire può portare a disturbi del sonno

L’allenamento in diversi orari può non assicurare un buon riposo notturno. Secondo gli esperti, l’esercizio andrebbe fatto in prima serata.
A cura di Valeria Aiello

L’esercizio fisico è spesso associato positivamente a una buona qualità del sonno notturno. Ma se fatto in determinati orari, o poco prima di andare a dormire, può alterare il modo in cui dormiamo. Lo indicano i risultati di una nuova analisi dei ricercatori della Concordia University di Montreal su Sleep Medicine Reviews, che ha valutato come una singola sessione di esercizio fisico intenso prima di andare a dormire possa influenzare il sonno di adulti sani, giovani e di mezza età.

I ricercatori hanno osservato che nella modulazione degli effetti dell’esercizio fisico sul sonno intervengono più fattori, ma che le variabili come i tempi di esercizio – prima serata o tarda serata – e la distanza tra l’ora di andare a letto e l’orario di esercizio – più o meno di due ore prima di dormire – incidono significativamente sulla qualità del riposo notturno. Nel complesso, l’analisi ha mostrato che quando l’esercizio fisico terminava almeno due ore prima di andare a dormire, c’erano benefici nella qualità del sonno dei partecipanti, tra cui la promozione dell’inizio del riposo notturno e una maggiore durata del sonno.

D’altra parte, i dati indicano che quando l’esercizio fisico terminava meno di due ore prima di andare a dormire, il sonno dei partecipanti ne ha risentito. “Ci è voluto più tempo perché si addormentassero e la qualità del sonno è diminuita” ha affermato Emmanuel Frimpong, borsista post-dottorato presso il Sleep Cognition and Neuroimaging Lab della Concordia University e autore principale dello studio.

I dati mostrano che l’esercizio fisico intenso in prima serata favorisce l’inizio del sonno, soprattutto quando eseguito da soggetti sedentari. “In base alla nostra recensione, per gli adulti sani, giovani e di mezza età senza precedenti di disturbi del sonno, gli esercizi dovrebbero essere eseguiti in prima serata, se possibile” ha aggiunto Frimpong.

È stato inoltre scoperto che gli esercizi in bicicletta apportano maggiori benefici ai partecipanti in termini di insorgenza e sonno profondo. Tuttavia, l'esercizio intenso, indipendentemente dalla tempistica, ha contribuito a una leggera diminuzione della fase di sonno REM, la fase generalmente associata alle esperienze di sogno. Secondo i ricercatori, è importante anche attenersi a un programma di esercizi coerente, poiché “l’esercizio in diversi orari della sera può causare disturbi del sonno”. “E infine, dovrebbero essere attuate “anche strategie per l’igiene del sonno, come fare la doccia tra la fine dell’esercizio e l’ora di andare a letto, ed evitare di mangiare pasti pesanti o bere molta acqua prima di andare a letto”.

Andare a dormire a quest’ora riduce il rischio di problemi al cuore
Andare a dormire a quest’ora riduce il rischio di problemi al cuore
Variante Delta: tutto quello che devi sapere prima di andare in vacanza
Variante Delta: tutto quello che devi sapere prima di andare in vacanza
8.758 di Videonews
La pandemia ha aumentato l’uso serale di dispositivi elettronici (e i disturbi del sonno)
La pandemia ha aumentato l’uso serale di dispositivi elettronici (e i disturbi del sonno)
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni