26 Ottobre 2021
18:06

Alcune aziende cinesi stanno inquinando più di intere nazioni

Le emissioni inquinanti di alcune delle più grandi industrie asiatiche superano quelle di interi Stati e metropoli mondiali.
A cura di Valeria Aiello

Alcune aziende cinesi inquinano più di intere nazioni. Lo indicano i dati di un’inchiesta di Bloomberg che ha svelato come le emissioni inquinanti prodotte da alcune delle più grandi industrie della Cina superino quelle di interi Stati o metropoli mondiali. Per dare un’idea delle gravità della situazione, la China Petroleum & Chemical, una delle società del gigante petroliero statale Sinopec Group, lo scorso anno ha contribuito al riscaldamento globale più del Canada che, a sua volta, è tra i pesi massimi in termini di gas serra, undicesima nazione con il più alto livello di emissioni di CO2 al mondo.

In un anno, la China Baowu, il principale produttore di acciaio al mondo, ha immesso più CO2 nell’atmosfera rispetto all’intero Pakistan. E ancora, la China Faw Group Corp produce emissioni nocive quasi pari a quelle dell’intero stato americano del New Jersey e maggiori di quelle del Bangladesh. Per non parlare della Huaneng Power International che genera emissioni equivalenti a quelle del Regno Unito, e della PetrolChina Company Limited che supera le emissioni di Vietnam e Corea del Sud messe insieme.

Secondo uno studio del Rhodium Group, un ente di ricerca indipendente che combina dati economici e informazioni politiche per analizzare le tendenze globali, nel 2019 le aziende cinesi hanno portato le emissioni di gas serra del Paese al di sopra di quelle delle successive quattro nazioni con i più alti livelli di CO2 messe insieme. “Le emissioni di numerose imprese statali nei settori dell’energia, dell’acciaio, del cemento, della raffinazione del petrolio e di altri importanti settori delle emissioni sono uguali a quelle di intere nazioni – ha affermato Lauri Myllyvirta, analista del Center for Research on Energy and Clean Air che ha prodotto le stime utilizzate in questo progetto – . Una volta che queste imprese allineeranno i loro investimenti e piani aziendali con l’obiettivo di neutralità delle emissioni, possono dare un enorme contributo, se lo desiderano”.

Il CREA, un gruppo di ricerca ambientale con sede in Finlandia, si è concentrato su alcuni dei maggiori emettitori nei settori più inquinanti della Cina, stimando che nel 2019 il Paese abbia generato gas serra equivalenti a oltre 13 miliardi di tonnellate di CO2, principalmente dalla produzione industriale e dall’edilizia. In confronto, gli Stati Uniti, che sono il principale produttore di CO2 di tutti i tempi, hanno ridotto le emissioni a circa la metà, 6,6 miliardi di tonnellate, secondo l’Environmental Protection Agency americana.

Questi titani dell’industria cinese non  parteciperanno ai negoziati della COP26, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, in programma da domenica 31 ottobre a Glasgow, in Scozia, e nessun accordo sarà efficace nella pratica senza una loro forte cooperazione. La Cina non inizierà a ridurre l’uso di carbone prima del 2026 e sta cercando di aumentare la produzione di 100 milioni di tonnellate entro la fine dell’anno per sopperire alla carenza di energia. “Le emissioni sono aumentate molto più velocemente nel 2021, invece di rallentare, il che suggerisce che la Cina si aspetta che altri paesi compensino un inizio più lento nella propria riduzione delle emissioni – ha aggiunto Myllyvirta – . La speranza è che le emissioni cambino rapidamente, se la politica energetica e la politica economica tireranno nella stessa direzione”.

Un dinosauro ha parlato di cambiamenti climatici alle Nazioni Unite
Un dinosauro ha parlato di cambiamenti climatici alle Nazioni Unite
Perchè quello che è successo alla centrale nucleare cinese di Taishan non deve preoccuparci
Perchè quello che è successo alla centrale nucleare cinese di Taishan non deve preoccuparci
Com'è fatta la nuova stazione spaziale cinese e cosa faranno gli astronauti appena sbarcati
Com'è fatta la nuova stazione spaziale cinese e cosa faranno gli astronauti appena sbarcati
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni