Anche l’ultimo maschio sopravvissuto di rinoceronte di Sumatra in Malaysia è morto. La notizia arriva dai responsabili del parco in cui si trovava e adesso resta solo una femmina a combattere l’estinzione che questa specie sta rischiando sempre più in queste zone, e in tutto il mondo. Vediamo insieme cosa è successo, chi era Tam e come gli scienziati stanno cercando di recuperare ciò che sembra irrecuperabile.

Il rinoceronte di Sumatra. L’esemplare morto in Malaysia era l’ultimo della sua specie, il rinoceronte di Sumatra, in questa zona, cioè in Malaysia. Qualche esemplare resta nell’India orientale, ma parliamo di circa 80 individui secondo la World Wildlife Fund, in ogni caso sempre troppo pochi. Insomma resta giusto una manciata di rinoceronti di Sumatra a difendere la specie dall’estinzione di cui è responsabile l’essere umano con la deforestazione, che distrugge gli habitat di questi animali che non sanno più dove andare, e la caccia illegale.

L’ultimo rinoceronte di Sumatra. L’ultimo maschio di rinoceronte di Sumatra che era rimasto in Malaysia si chiamava Tam e viveva nella riserva naturale che c’è nell’isola del Borneo. Le cause della sua morte sono ancora da accertare, poiché non sono chiare, ma considerato il suo passato, si pensa che ad ucciderlo possano essere stati problemi di salute legati ai reni e al fegato.

Le conseguenze della morte di Tam. La morte di Tam mette ulteriore pressione sugli scienziati che stanno cercando di preservare la specie attraverso la fecondazione in vitro: l’unione pensata è tra l’ultima femmina di rinoceronte di Sumatra rimasta in Malaysia, che si chiama Iman, e un rinoceronte maschio della stessa specie che vive in Indonesia. Attualmente però sembrano esserci problemi con l’utero di Iman che non riesce a rimanere incinta. Restiamo dunque in attesa di scoprire se e quanto il rinoceronte di Sumatra scomparirà del tutto o se riusciremo a salvarlo in qualche modo.