Gli animali e i loro super poteri
in foto: Gli animali e i loro super poteri

I super poteri esistono e ad averli non sono gli eroi inventati delle favole che ci raccontavano da piccoli, ma gli animali. Scopriamo insieme 10 animali che hanno poteri straordinari.

Cade sempre in piedi – gatto

Il gatto cade sempre in piedi
in foto: Il gatto cade sempre in piedi

Il super potere del gatto ha un nome: riflesso verticale o di raddrizzamento. Si tratta della capacità del felino di ruotare su se stesso per riuscire ad atterrare sulle quattro zampe, invece che sulla schiena. Quando sta cadendo, per prima cosa ruota completamente la testa per guardare verso il basso, a questo punto, grazie alla collaborazione con l'apparato vestibolare, un organo all'interno delle orecchie, il cervello recepisce le informazioni necessarie per, in un primo momento, ruotare le zampe anteriori che si spostano in avanti per proteggere il muso, e, in un secondo momento, portare in asse anche la parte posteriore. Prima di atterrare, il gatto stende le zampe e inarca la schiena per attutire a caduta.

Che la forza sia con te – stercorario

La forza dello stercorario
in foto: La forza dello stercorario

È considerato l'animale più forte del mondo perché riesce a sollevare oggetti che superano il suo peso di ben 1.141 volte. Tanta forza sarebbe connessa alle tattiche sessuali che deve mettere in atto per riprodursi. Le femmine di questa specie scavano infatti profondi tunnel all'interno dello sterco dove attendono il maschio che, introducendosi in uno di questi, potrebbe incontrare un altro esemplare di sesso maschile, con il quale dovrebbe scontrarsi. Gli scienziati hanno testato la loro forza incollando un filo sulla schiena dello stercorario, introdotto poi in un tunnel artificiale. All'altro capo del filo hanno legato un vaso che è stato lentamente riempito d'acqua. Grazie ad una puleggia hanno potuto calcolare il peso che l'animale era in grado di trasportare.

Avanti un altro – lucertole

La capacità delle lucertole di far ricrescere la propria coda
in foto: La capacità delle lucertole di far ricrescere la propria coda

[Foto da Wikipedia.org]

Il loro super potere viene spesso sperimentato dai bambini. Le lucertole infatti sono in grado di perdere parte della loro coda se questa viene bloccata da un predatore, o da un avversario. Ma non finisce qui, grazie a ad alcune cellule molto duttili capaci di moltiplicarsi, nel giro di qualche settimana, riescono a ricostruire le parti mancanti, tornando così ad avere la loro lunga coda.

Molto rumore, per nulla – gamberetto pistola

Le onde d'urto del gamberetto pistola
in foto: Le onde d'urto del gamberetto pistola

[Foto da Wikipedia.org]

Il suo nome ci svela già il suo super potere. Questo gamberetto (Alpheus heterochaelis) ha una delle sue chele molto più grande rispetto all'altra. Chiudendosi, le chele provocano un'onda d'urto, il cui rumore supera i 200 dB, che, viaggiando a 100km/h, può stordire un granchio e uccidere i pesci più piccoli.

Vedo, non vedo – polpo

I camuffamenti del polpo
in foto: I camuffamenti del polpo

[Foto da Wikipedia.org]

Le capacità di camuffamento del polpo sono ormai celebri. Questi animali riescono ad imitare l'aspetto e il movimento di molti coinquilini sottomarini grazie ad alcune cellule specifiche che si chiamano cromatofori che sono presenti nel derma e che contengono numerosi granuli di pigmento variabili: se questi granuli rimangono concentrati intorno al nucleo, danno una colorazione tenue, se invece si espandono all'interno della cellula danno un colore più scuro.

Liquidator naturale – coleotteri bombardieri

Il getto micidiale dei coleotteri bombardieri
in foto: Il getto micidiale dei coleotteri bombardieri

[Foto da Wikipedia.org]

Il loro vero nome è brachininae, sono i coleotteri bombardieri che hanno guadagnato il loro nome grazie alla capacità che hanno di espellere un getto bollente composto da sostanze irritanti, prodotte da particolari ghiandole addominali, che può addirittura uccidere i loro predatori.

Salti chi può – pulce

Il super salto della pulce
in foto: Il super salto della pulce

[Foto di Mark Yokoyama]

Il nemico giurato dei nostri migliori amici a quattro zampe, la pulce è l'animale che in assoluto riesce a saltare più in alto. Con un peso che non raggiunge il milligrammo, viaggia ad una velocità di 1,9 m/sec. Grazie a questo suo super potere atletico, riesce a raggiungere i punti più nascosti dei corpi dei nostri cani e gatti.

Altro che uomo ragno – geco

Il geco cammina sui muri
in foto: Il geco cammina sui muri

[Foto da Wikipedia.org]

Li vediamo “appesi a testa in giù” nei punti più nascosti delle pareti, loro sono i gechi. Questi animali riescono a non cadere perché sanno sfruttare le forze intermolecolari, dette anche di van der Waals, deboli forze attrattive, o repulsive, interatomiche. Le loro zampe sono caratterizzate da un'anatomia, composta da miliardi di spatole di dimensioni minime (200nm), che massimizza il contatto con la superficie: il peso del corpo viene distribuito e aumenta la forza attrattiva, il geco rimane quindi “attaccato” alla parete.

Scalatori esperti – stambecchi alpini

Le doti da arrampicatori degli stambecchi alpini
in foto: Le doti da arrampicatori degli stambecchi alpini

[Foto da Wikipedia.org]

Sono famosi in tutto il mondo per le loro doti di scalatori, sono gli stambecchi alpini che, per una leccata di sali minerali, riescono a rimanere sospesi a 49 metri di altezza sulla parete verticale della diga del Cingino. Agili e per niente preoccupati della posizione nella quale si trovano, questi animali sono in grado di compiere scalate simili grazie ai loro zoccoli, larghi ed elastici, caratterizzati da articolazioni indipendenti che ben si adattano alle pareti rocciose.

Questione di naso – cane

Il cane e la telepatia
in foto: Il cane e la telepatia

In questo elenco non poteva mancare il migliore amico dell'uomo: il cane. Di lui si dice che il secondo, se non il primo, cervello risieda nel naso. All'interno del tartufo del nostro migliore amico ci sono 300 milioni di recettori olfattivi che distinguono gli odori e permettono al cane di riconoscere il mondo. La corteccia olfattiva di Fido occupa il 12,5% della massa totale del suo cervello. Per capire il suo potere, ci basti pensare che noi possediamo 6 milioni di recettori olfattivi e la corteccia olfattiva occupa l'1% della massa cerebrale.