Un team di ricerca della School of Public Health presso la Loma Linda University (California) e dell'Istituto di medicina clinica e sperimentale di Praga ha determinato che fare una colazione sana e abbondante, rendendola il pasto principale della giornata, aiuta a perdere peso e a mantenersi in forma. Non è la prima volta che i ricercatori fanno emergere i benefici della prima colazione, ma a suffragio del nuovo studio statistico vi è il coinvolgimento di un notevolissimo numero di persone. Gli studiosi, coordinati dall'endocrinologo Gary E. Fraser, hanno infatti analizzato i dati di oltre 50mila persone con età uguale o superiore ai trenta anni, tutte provenienti dagli Stati Uniti e dal Canada. Il follow-up medio, ovvero il periodo di tempo durante il quale sono stati seguite, è stato di circa sette anni.

Nella prima fase della ricerca i partecipanti hanno dovuto compilare una serie di questionari relativa alla propria storia medica, alla condizione fisica e alle abitudini alimentari, e successivamente ne hanno dovuto compilare altri periodicamente, nell'arco dell'intera indagine. Dall'analisi statistica sono emersi diversi dati che hanno sottolineato i vantaggi del pasto più importante della giornata, come spesso viene indicato. Chi la faceva regolarmente, infatti, tendeva a perdere peso rispetto a chi la saltava, in particolar modo per chi lasciava passare 5 o 6 ore prima del pranzo, senza farsi “ingolosire” dagli spuntini. I benefici maggiori in termini di riduzione del BMI (Body Mass Index), ovvero dell'indice di massa corporeo, erano ancor superiori in chi rendeva la prima colazione il proprio pasto principale della giornata. Questo dato era valido anche per i partecipanti con più di 60 anni di età, una fase della vita nella quale si tende normalmente a ingrassare.

I risultati ottenuti dai ricercatori collimano con quelli di altre indagini affini, come quella condotta dall'Agriculture and Horticulture Development Board, un ente britannico che ha determinato che saltare regolarmente la colazione può farci ingrassare fino a ben dodici chilogrammi in un solo anno. I dettagli del nuovo studio sono stati pubblicati sulla rivista scientifica specializzata The Journal of Nutrition e verranno presentati al prossimo meeting Internazionale sulla Nutrizione, che si terrà a Washington.

[Foto di skeeze]