C'è un mondo che l'uomo percepisce attraverso i propri sensi, e un altro che non vede e non sente, ma che, ciononostante, esiste. Lo Spazio potrebbe apparire un posto muto e scuro, ma in realtà le sue "voci" possono creare sinfonie. All'orecchio dell'uomo nulla giunge, se non grazie alle antenne Plasma Weve che catturano le onde elettromagnetiche comprese tra le frequenze 20-20000 Hz. Queste antenne sono state montate su diverse sonde spaziali della Nasa, percependo i suoni emessi da Terra, Luna, Saturno, Giove, Nettuno e dai satelliti Io (di Giove) e Miranda (di Urano). Il video in apertura è una raccolta di campioni di suoni registrati dalla Nasa e messi in sequenza. Il video di seguito, invece, si concentra solo sul nostro pianeta, accompagnando a quel suono di sottofondo le immagini suggestive della Terra di notte, quando le luci delle città puntellano il mondo.