I bambini che nascono in una casa in cui c'è un animale domestico, sono più in forma e hanno meno allergie. A sfatare il mito (una volta per tutte, si spera) dei cani e gatti pericolosi per la salute dei bambini, sono i ricercatori della University of Alberta Faculty of Medicine & Dentistry che sulla rivista scientifica Microbiome hanno pubblicato lo studio intitolato “Exposure to household furry pets influences the gut microbiota of infant at 3–4 months following various birth scenarios”. Ma come è possibile?

I vantaggi di cani e gatti. In pratica, spiegano i ricercatori, la presenza degli animali incrementa il livello di due tipi di microbi associati proprio ad un minor rischio di sviluppare allergie e obesità. Questo per lo meno è il risultato che gli scienziati hanno ottenuto analizzando, nell'arco di vent'anni, i campioni di feci di gruppo di bambini che vivono in una casa con animali, il 70% dei quali cani. E non è tutto. Questi batteri riescono ad offrire i loro vantaggi immunitari anche nei tre casi in cui invece l'immunità si riduce: parti cesarei invece che vaginali, uso di antibiotici alla nascita, assenza allattamento. Per concludere, gli animali domestici riducono le probabilità di trasmissione di streptococchi vaginali di gruppo B durante la nascita: questi provocano la polmonite nei neonati.

C'è un però. I ricercatori spiegano che i bambini possono ottenere questi vantaggi solo se convivono con un animale entro una finestra temporale limitata che va dal periodo della gravidanza fino ai primi tre mesi di vita.

Chi sono questi batteri. I batteri che incrementano di livello grazie agli animali domestici si chiamano Ruminococcus e Oscillospira e sono strettamente connessi, rispettivamente, con la riduzione delle allergie e dell'obesità durante l'infanzia.

Cani e gatti fanno bene alla salute. Questo studio sfata il mito di cani e gatti pericolosi per la salute dei bambini: c'è chi ritenendo questi animali ‘sporchi' preferisce sbarazzarsene prima della nascita del figlio credendo così di migliorarne lo stato di salute: ma, a quanto pare, è esattamente il contrario.

Fanno bene anche agli adulti. Altri studi in passano avevano già dimostrato i vantaggi per la salute di chi vive con un animale domestico che agirebbe da probiotico.