L'annuncio della imminente entrata in commercio di uno yogurt dalle proprietà simili al Viagra è stato lanciato in diversi blog non proprio autorevoli, mentre al momento in cui scriviamo continua a non suscitare particolare interesse in testate specializzate, per esempio in tema di alimentazione o di andrologia. Per adesso siamo certi solo del fatto che la scoperta di Guglielmo Buonamici è stata brevettata e non dovrebbe avere problemi dal punto di vista della sicurezza alimentare per la messa in commercio nell'Unione europea.

Le proprietà dello Yogurt-Viagra.

Buonamici in attesa del via libera da parte della Commissione europea avrebbe già trovato un caseificio interessato al suo prodotto. Lo yogurt contro la disfunzione erettile ridurrebbe anche il livello di colesterolo. Cosa che promette di fare anche un suo precedente brevetto riguardante il pane e la pasta. E' vero che il tradizionale Viagra come tutti i farmaci – soprattutto quelli che funzionano sul serio – presenta degli effetti collaterali, mentre il suo yogurt non ne presenterebbe. La cosa potrebbe allettare i consumatori, ma se parliamo di Scienza dovremmo avere qualche perplessità sulla reale efficacia.

Risultati positivi solo sui topi. Al momento Buonamici sostiene di avere riscontrato ottimi risultati solo sui topi anziani. Mentre su Pubmed ci risulta al momento solo uno studio condotto con altri colleghi, sugli effetti contro il colesterolo di un certo tipo di pane. Buonamici è infatti un ricercatore con tutti i crismi, ha collaborato davvero col Cnr di Pisa e del San Raffaele. Gran parte delle sue ricerche riguardano la "nutraceutica", ovvero la scienza che studia gli effetti delle sostanze chimiche di derivazione "naturale" sullo stato fisico. Quando si parla di questa disciplina occorre tuttavia essere molto cauti, non di rado vengono diffuse bufale attorno a supposte proprietà miracolose di certi estratti naturali o alimenti, per esempio nella cura del cancro o del diabete.

Lo yogurt funzionale, che promette di essere efficace anche nei problemi legati alla sessualità femminile deriverebbe le sue proprietà da foglie e radici terapeutiche della foresta amazzonica. Secondo quanto riportato in diversi blog "un indio kaboco gli mostrò il cosiddetto ‘Albero della Potenza’". Testando tali sostanze sui ratti anziani il ricercatore si sarebbe reso conto delle eccezionali proprietà dal punto di vista della libido: i topi diventarono infatti "sessualmente iperattivi". E' possibile dare una parziale occhiata online ai brevetti di Buonamici. Ed esistono diversi articoli sugli alimenti "funzionali", ovvero che presenterebbero proprietà medicinali o terapeutiche.

Quali sostanze aiuterebbero l'attività sessuale.

Non ci resta che esaminare le sostanze che entrerebbero in gioco nello yogurt brevettato e vedere di cosa si tratta realmente. Lo abbiamo fatto assieme a Gaetano Pezzicoli divulgatore di biomedicina assieme ai colleghi di "Agorà scienze biomediche".

Cominciamo dalla murapuamina. E' stata data a pazienti con disfunzione erettile i quali hanno avuto una risposta positiva, non è chiaro però di quanto. Il risultato inoltre potrebbe essere dovuto alla combinazione di altri componenti. Nessuno studio in merito è stato eseguito in doppio cieco, fase importante nella sperimentazione che serve ad eliminare bias di conferma ed effetto placebo. Quantità efficaci di questa sostanza ad ogni modo dovrebbero comprometterne la vendita come semplice alimento, permettendola solo nelle farmacie.

Per quanto riguarda la yohimina, stando alle quantità indicate dal ricercatore non potrebbe avere comunque un significativo effetto sull'Uomo. Certo una sperimentazione in doppio cieco aiuterebbe, ma non ci risulta. Le proprietà di questa sostanza – interessanti per gli scopi promessi dal prodotto – sono quelle "anti Alfa2": adrenergiche, ovvero in grado di bloccare un recettore dell'adrenalina. Un effetto da non prendere troppo sottogamba, se in quantità significative.

Per quanto riguarda le donne sappiamo che la "muira puama" avrebbe effetto sulla libido femminile, stando ad un articolo effettuato senza doppio cieco. Ma nel suo yogurt non c'è, a parte il trifoglio. Di cui non si conosce alcun effetto particolare, tranne che per le vampate in menopausa.

Annunci troppo entusiasti.

In conclusione ci sembra che gli annunci al momento pubblicati in Rete siano un po' troppo entusiasti. Lo yogurt così come viene presentato non dimostra di poter sostituire il viagra o di incrementare in qualche modo l'attività sessuale, di contro non dovrebbe presentare problemi come alimento, anche solo per aiutare a ridurre il colesterolo. Tuttavia non ci chiudiamo alla possibilità. Studi mirati sull'Uomo condotti in doppio cieco potrebbero essere d'aiuto, ma al momento non ne risultano.