Sull'ISS è arrivato il gelato! La capsula Dragon di SpaceX ha raggiunto la stazione nello spazio, qui è stata agganciata dal braccio robotico Canadarm e gli astronauti hanno finalmente avuto accesso al rifornimento: il carico di questa volta è pensato per 250 esperimenti e non solo.

2900 chili di? Come dicevamo qualche giorno fa, Dragon ha portato 2.900 chili di materiali che verranno utilizzati per diversi esperimenti in orbita, tra questi topi vivi e piante per studiare la vita nello spazio, un super computer, Spaceborne, che analizzerà la resistenza alle radiazioni cosmiche, e… moltissimi dolci.

Gelato, vero. Come spiega la stessa NASA, il carico include anche qualche sfizio per gli astronauti, nello specifico stiamo parlando di 30 piccole tazze di gelato Blue Bell al gusto di cioccolato, vaniglia e torta di compleanno e qualche barretta di Snickers gelato spediti in specifici congelatori che dovranno essere svuotati immediatamente per poi essere riempiti con i campioni che verranno rispediti a Terra: la sonda Dragon è infatti in grado di tornare ‘a casa' senza prendere fuoco. Si tratta di una novità per gli astronauti che di solito dovevano fare a meno del gelato, come lo conosciamo noi, vista la difficoltà di conservazione. In passato il gelato era infatti liofilizzato.

Arancini per Nespoli. Dopo aver trascorso un Ferragosto ‘spaziale' ed essersi occupato del recupero del Dragon, Nespoli ha pensato all'Italia. In un tweet mosta la Sicilia dall'alto e chiede al collega dell'ESA Luca Parmitano: “quanti arancini ti stai mangiando?”.

VITAmission. La missione VITA, acronimo di Vitality, Innovation, Technology, Ability, vede coinvolto Paolo Nespoli e l'ASI (Agenzia Spaziale Italiana) e "comprende esperimenti di biologia, fisiologia umana nonché monitoraggio dell'ambiente spaziale, scienza dei materiali e dimostrazioni tecnologiche.