I cacciatori di Ufo tornano all'assalto della Stazione spaziale internazionale (Iss). Sotto accusa al solito la Nasa, rea di censurare i filmati che immortalerebbero misteriosi oggetti nei pressi della Iss. Parliamo di una presunta intrusione nell'atmosfera terrestre da parte di un velivolo alieno di grandi dimensioni.

Come nei casi precedenti l'Agenzia spaziale americana si sarebbe lasciata sfuggire una rivelazione sconvolgente in diretta streaming. Il fenomeno, immortalato il 9 luglio 2016, si potrebbe analizzare meglio dopo che saranno passate al vaglio le diverse ore di filmati da cui è stato tratto. Al momento abbiamo solo illazioni, riguardo presunti tagli ad arte da parte della Nasa, e una provvidenziale luce bianca che compare proprio sul più bello. In un altro caso ufologico da noi trattato ci troviamo di fronte ad un autore che non risulta proprio un novizio nel campo delle notizie ufologiche sensazionali, rivelatesi poi tutt'altro alla minima verifica.  Anche il youtuber "Streetcap1" – come "Secureteam" – è stato pizzicato diverse volte. Il caso più emblematico è quello della Luna scambiata per Ufo, già debunkata diverse volte, anche da Mick West nel forum Metabunk e da David Mikkelson su Snopes.

Sono diverse le tesi alternative a quella ufologica. Persino Scott Waring si smarca dal collega, ipotizzando che si tratti della Stazione spaziale cinese Tiangong-1 oppure di un meteorite o – di nuovo – della Luna. La spiegazione più semplice potrebbe essere quella del lens flare, ovvero un riflesso della lente dell'apparecchio che ha eseguito il filmato, fenomeno molto frequente negli avvistamenti ufologici.

astro_iss

Analisi dei filmati originali. Tuttavia secondo Scott Brando (Ufoofinterest)  – che ha avuto modo di analizzare tre degli otto filmati incriminati – sarebbe più logico pensare ad un astro che incrocia l'inquadratura della Iss nel momento in cui il sole tramonta, allontanandosi dall'orizzonte e ruotando intorno alla Terra: filmati 1, 2 e 3. Il confronto da tre angolature diverse non lascerebbe ulteriore spazio a dubbi. Streetcap inoltre ha zoomato in modo esponenziale, tagliando quella breve sequenza ed esasperando i colori, rendendo più evidente l'oggetto. A conferma delle analisi di Scott Brando, anche un altro utente è risalito ai filmati in cui lo stesso oggetto era visibile nel momento in cui la ISS concludeva l'orbita, posizionandosi nuovamente verso il tramonto. Mediante comparazione attraverso un planetario virtuale è spuntata fuori Venere.