Nell'ottobre scorso è stato pubblicato in vari social il video di una flotta di presunte astronavi aliene nel cielo di Charlotte (Nord Carolina). Questo genere di "svistamenti" è definito in gergo ufologico "flottilla". Ecco le principali ipotesi presentate, i lettori più affezionati di questa rubrica – che non hanno ancora visto l'analisi del video – possono già provare a dedurre quella giusta

  1. Astronavi aliene o velivoli segreti;
  2. Lanterne cinesi;
  3. Costellazione;
  4. Lens flare (riflessi di lente);
  5. Led balloon in formazione.

Ipotesi da scartate. La prima cosa che possiamo notare è che non può trattarsi di lanterne cinesi – il Cisu (centro italiano studi ufologici) spiega molto bene come identificarle – queste infatti si presentano nel cielo secondo determinate caratteristiche, per esempio possono essere pulsanti. E' da escludere anche l'ipotesi dei lens flare, o di una eventuale costellazione nel cielo; tutte spiegazioni facilmente scartabili analizzando il cielo come dovrebbe apparire in quella zona nella medesima data e orario, date le debite analisi fotografiche.

Soluzione: Cosa stiamo vedendo davvero?

Sicuramente non si tratta di alieni. Non perché siamo ottusi, quanto per il fatto che si può prendere in considerazione l'ipotesi dei led balloon. Anche questi possono presentarsi in formazione e le loro luci non dovrebbero pulsare. Tanto più che abbiamo a disposizione una testimonianza filmata e caricata su YouTube nel canale di João Pestana Dias, girata nei pressi del presunto avvistamento ufologico.

La soluzione dell'enigma è dunque una festa in cui tali palloni sono stati liberati nel cielo. Scott Brando (ufoofinterest) aveva già eseguito una analisi video che lascia poco spazio a dubbi, con numerosi riscontri da parte di altri appassionati. Del resto nel video originale dello "svistamento" è possibile notare anche il tono alquanto rilassato e goliardico di chi esegue le riprese, oltretutto la formazione sembra quasi fissa nel cielo, cosa che non ci si dovrebbe aspettare da dei velivoli, per quanto misteriosi possano sembrarci.