in foto: Il lens flare interpretato come avvistamento ufologico nei cieli di Lecco. Credit: Giuseppe Filipponi. Analisi fotografica di Scott Brando.

Ecco come l'esercizio di un appassionato di fotografia su Facebook si è trasformato, nel giro di pochissimo tempo, in un virale diffuso nei siti complottisti e in diversi quotidiani, anche all'estero. Le immagini riguardano quel che poi è stato presentato come un avvistamento ufologico nei cieli di Lecco.

Ecco le due principali tesi accostate alle foto

  1. Avvistamento ufologico;
  2. Collegamenti col terremoto in Centro Italia.

Le foto di dominio pubblico rilasciate da un ignaro utente nella sua bacheca Facebook sono di carattere puramente ludico e non vengono mai presentate come rappresentazioni di un fenomeno ufologico. Tuttavia devono essere sembrate talmente suggestive da far presto gola a chi si intende di clickbaiting in Rete, tanto nei blog complottisti quanto nelle testate online considerate più autorevoli.

Svistamento tramite PicsArt. Il primo a occuparsi del caso è stato il nostro Scott Brando, il quale inizialmente pensava ad un semplice lens flare (riflesso di lente). Ed effettivamente così possono spiegarsi le prime immagini. Tuttavia in un secondo momento si è potuto constatare che tale effetto era stato aggiunto attraverso un'applicazione apposita di PicsArt. Come mostriamo anche nel video, non è difficile creare questo genere di immagini. Chi ha pubblicato queste foto su Facebook molto probabilmente lo ha fatto in buona fede, non pensando alle conseguenze.

Collegamenti col terremoto in Centro Italia. Tra le tesi accostate, oltre a quella dell'avvistamento ufologico, anche l'indelicato accostamento con le recenti scosse di terremoto in Centro Italia. Al clickbait non c'è limite. Ci eravamo già occupati tanto delle bufale riguardanti il terremoto, quanto degli artefatti fotografici e di come nell'era della fotografia digitale sia ormai alla portata di tutti confezionare video e immagini sensazionali. Niente di nuovo sotto il Sole dunque. Solo una burla degenerata in Rete fino a diventare l'ennesimo svistamento ufologico.