Un poliziotto britannico in pensione che vuole restare anonimo ha segnalato recentemente un avvistamento ufologico nei pressi di Holmfirth, in Kirklees, West Yorkshire. Dalle sue descrizioni sarebbe stato di forma triangolare.

Svistamento triangolare. L'unico triangolo possibile è ricavabile solo se si considera un fermo-immagine del filmato girato dall'ufologo Gary Heseltine. Se osserviamo il video constatiamo però subito che la prima luce è una macchia luminosa fissa prodotta dall'apparecchio utilizzato, la seconda la fioca luce di una stella. Quel che ci interessa è la terza, che compare alla fine. Heseltine, anche lui un ex poliziotto, contattato dal collega si presenta in loco con una attrezzatura ad infrarossi, cosa che non è il massimo dell'affidabilità in questo genere di avvistamenti. Inoltre il filmato è di breve durata perché, per sua stessa ammissione, si sarebbero scaricate le batterie.

Imposta la macchina fotografica per la visione notturna su un treppiede e la collega al  laptop, ma dopo appena due minuti di riprese la batteria del computer improvvisamente si scarica costringendolo a tornare a casa per ricaricarla.

Questo suggerirebbe due ipotesi: mancano all'appello diverse ore di filmati dove non succede niente; una provvidenziale dimenticanza da parte dell'ufologo, il quale si sarebbe scordato di caricare l'apparecchiatura.

I precedenti. Il misterioso poliziotto in pensione lo vede alle 20:50 di Giovedì scorso; mentre l'Ufo di Heseltine è stato ripreso intorno alle 9:50, in direzione di Manchester. Nulla vi è di triangolare nel fenomeno registrato. Non è la prima volta che accadono episodi simili nello Yorkshire, che coinvolgono spesso la polizia locale. Esiste nella regione anche una associazione di ufologi. Emblematico l'avvistamento dell'Enterprise di Star Trek. La polizia locale è stata spesso inondata da segnalazioni che non hanno portato a nulla. Lo stesso Heseltine avrebbe studiato oltre trecento casi nella regione.

L'inadeguatezza della registrazione. Riprendere attraverso l'infrarosso non è proprio una bella idea, come ci fa notare Scott Brando (Ufoofinterest), soprattutto non se ne comprende l'esigenza. Forse per avere l'opportunità di esaltare ogni lucina possibile, facendola apparire come un fenomeno ufologico? Per esempio si potrebbe esaltare la luce emanata da un astro. Tuttavia con una semplice verifica, mediante il software Stellarium, non abbiamo identificato nulla di particolare.

L'ipotesi più probabile è che si tratti delle luci di posizione di un velivolo. L'aeroporto più vicino dista 34 km ed è il Leeds Bradford Airport. Questa non può essere considerata la prova certa che si trattasse di un aereo; ad ogni modo è normale che questi quando approcciano una pista di atterraggio emanino luci di posizione che possono apparire come una sfera di luce dal punto di vista di un osservatore. Nulla che nella regione – dove l'isteria ufologica è particolarmente sentita – non sia stato già scambiato per disco volante.