Contare fino a dieci, a cento, a mille non ti serve a nulla e la pazienza la perdi comunque? I ricercatori hanno scoperto un nuovo metodo per evitare di perdere le staffe o anche semplicemente per acquisire la calma necessaria per affrontare le questioni della vita quotidiana. Ma come? Immaginandoci le conseguenze delle nostre scelte invece di obbligarci ad avere pazienza.

Pazienza vs Forza di Volontà. Per giungere a questa conclusione i ricercatori hanno analizzato l'attività cerebrale di un gruppo di partecipanti sottoposti a due diversi test in cui potevano scegliere come ricevere una determinata somma di denaro a seconda di come l'offerta veniva suddivisa, in pratica

  • Il gruppo 1 doveva scegliere se ricevere 100 dollari il giorno successivo o 120 nel giro di 30 giorni
  • Il gruppo 2 doveva scegliere se ricevere 100 dollari il giorno successivo e niente nel giro di 30 giorni o niente il giorno successivo e 120 nel giro di 30 giorni

I risultati e il nostro cervello. I dati raccolti hanno dimostrato che le persone del gruppo 1 preferiscono ricevere subito i soldi, mentre quelle del gruppo 2 preferiscono aspettare. Ma come mai? È tutta una questione di immaginazione. In pratica, i soggetti del gruppo 2 riescono ad immaginarsi meglio degli altri le conseguenze delle loro scelte e comprendere quindi dove stia il guadagno. Questo effetto si registra anche a livello cerebrale: i partecipanti del gruppo 2 infatti, in fase di scelta, mostravano una maggiore attivazione dell'area del cervello che processa l'immaginazione. Diversamente, per quelli del gruppo 1, l'area del cervello più attiva risultava essere quella associata alla forza di volontà.

Questo cosa ci insegna? Che se sentiamo che stiamo per perdere la pazienza, il metodo migliore per evitare di far danni non è contare fino a dieci e respirare profondamente (forza di volontà), ma riflettere e capire quali potrebbero essere le conseguenze delle nostre azioni.

[Foto di WenPhotos]