Il sogno di molti è riuscire, almeno una volta nella vita, ad avvistare un alieno. C'è infatti chi non si arrende all'idea di essere “solo” in questo Universo e crede nell'esistenza di un'altra “Terra” e, forse, non si sbaglia. Secondo i ricercatori dell'Arizona State University sarebbero infatti circa 4.000 gli esopianeti scoperti dalla missione Kepler della NASA simili a “casa nostra”. I risultati di questa ricerca, intitolata “A Catalog of Kepler Habitable Zone Exoplanet Candidates”, sono stati pubblicati sull'Astrophysical Journal ed elencherebbero i 20 più probabili eredi della Terra.

“Trovare nuovi pianeti simili al nostro e abitabili dall'essere umano o da altre forme di vita è un'idea allettante che suscita curiosità”, ha dichiarato Natalie Hinkel, una delle autrici dello studio. Per capire quale Pianeta tra i veri scoperti potesse essere accostato al nostro, gli scienziati ne hanno analizzato la grandezza, l'orbita e la distanza della loro stella. In quest'ultimo caso, la lontananza è fondamentale perché permette di capire quale potrebbe essere l'effetto dei gas serra sulla vita stessa del pianeta.

Dopo tre anni di ricerche e la collaborazione di diversi centri di ricerca, come la NASA, la San Francisco State University, l'Arizona State University, la University of Hawaii a Manoa, la University of Bordeaux, la Cornell University e l'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, finalmente gli scienziati sono riusciti a stilare il tanto atteso elenco di 20 Pianeti potenzialmente abitabili.

La ricerca non ha il solo scopo ludico, ovviamente, ma punta a comprendere meglio il nostro Pianeta e gli esopianeti, come spiega Stephen Kane, professore di fisica e astronomia alla San Francisco University e autore dello studio, “Adesso possiamo concentrarci sui pianeti presenti in questa ricerca e proseguire gli studi per conoscerli meglio e capire se siano effettivamente abitabili”. Il prossimo step è infatti determinare l'eventuale presenza di elementi come il carbone, il silicone, l'ossigeno e ferro.

[Foto copertina di ASU]