Il nostro Pianeta sta soffrendo il caldo e questo sta comportando il raggiungimento di vari record che rendono la nostra esistenza sulla Terra sempre più a rischio. A darne conferma è l'American Meteorological Society (Ams) che, con la collaborazione del agenzia federale statunitense di meteorologia Noaa (National Oceanic and Atmospheric Administration), ha stilato il rapporto annuale intitolato "State of Climate 2015" all'interno del quale sono racchiusi tutti i limiti superati lo scorso anno anche a causa della compresenza del riscaldamento globale provocato dall'uomo e dagli effetti di El Niño, che nel 2015 è stato particolarmente potente. Vediamo insieme i 10 record raggiunti

1. Temperatura globale.

Le temperature medie globali sono risultate di 0,1° C più alte rispetto a quelle del 2014 che aveva già stabilito il suo record. Per la prima volta è stata superata la media dell'era preindustriale.

2. Temperatura della superficie degli oceani.

La media delle temperature della superficie degli oceani è stata superata di 0,33-0,39 gradi Celsius, questo record batte quello precedente che era di 0,10-0,12 gradi Celsius. Queste acque calde non fanno che alimentare l'attività dei cicloni tropicali.

3. Temperatura degli oceani.

La temperatura degli oceani ha superato i record in tutto il mondo.

4. Livello del mare.

Il livello del mare, a livello globale, non è mai stato così alto, si parla di circa 7 centimetri in più rispetto al 1993. In generale, durante gli ultimi vent'anni il livello del mare è cresciuto di 3 millimetri all'anno.

5. Potenza di El Niño.

L'impatto che El Niño ha avuto sul nostro Pianeta ha raggiungo i record toccati nel 1982 e nel 1997, configurandosi così tra i più potenti di sempre. Questa volta però in aggiunta al riscaldamento globale, El Niño ha incrementato l'innalzamento dei livelli del mare, ha intensificato l'attività dei cicloni tropicali e ha peggiorato la siccità in altre zone intensificando, di conseguenza, gli incendi e il rilascio di altra anidride carbonica.

6. Livelli di gas serra.

La concentrazione di anidride carbonica nell'aria, per la prima volta, ha superato le 400 parti per milione, senza dimenticarci del metano e dell'ossido di diazoto.

7. Cicloni tropicali nell'emisfero settentrionale.

Nell'emisfero boreale sono stati registrati 31 cicloni tropicali intensi che hanno battuto il precedente record del 2004 di 23 e che provocano uragani e tifoni che superano la categoria 3 della scala Saffir-Simpson.

8. Minor estensione della banchisa artica.

Nel febbraio 2015, la banchisa artica era del 7% più piccola rispetto alla media registrata tra il 1981 e il 2010 e la più piccola in generale. Inoltre, le temperature superficiali sono risultate le più calde.

9. Riduzione dei ghiacciai.

Il 2015 è il 36esimo anno di fila in cui si registra la riduzione dei ghiacciai a livello globale.

10. Temperature estreme.

Il 2015 è l'anno con il minor numero di giorni insolitamente freddi.